Borgaro: polemiche d’agosto per la nuova isola ecologica di Piazza Agorà


La Vicesindaco Federica Burdisso scioglie alcune perplessità in merito alla realizzazione della nuova struttura. “Oltre ad un senso estetico sulla piazza, risolve il problema del cattivo odore vicino ai negozi”. 

di Giada Rapa

Borgaro – Non sono mai piaciute fin dal primo momento in cui sono comparse in città e in più di un’occasione sono state soprannominate “gabbie per conigli”. Stiamo parlando delle isole ecologiche, nelle quali trovano collocazione i diversi bidoni dei rifiuti dei condomini borgaresi. La nuova isola che sta sorgendo nei pressi di Piazza Agorà, su via Gramsci, ha già attirato le “antipatie” di molti, dal Gruppo Latella a diversi abitanti, non soltanto per una questione estetica, ma anche a causa dei parcheggi che verranno “sacrificati”.

Al riguardo, ci tiene a fare alcune precisazioni la Vicesindaco Federica Burdisso. “L’isola ecologica in questione, così come tutte le altre del territorio, sono spazi condominiali, pertanto scelte e realizzate dai condomini e non dall’amministrazione comunale. Sono anni che chiediamo la realizzazione dell’isola in quell’area, ma non abbiamo mai voluto forzare la mano, dal momento che ci sono stati parecchi problemi dovuti ai precedenti amministratori. Solo adesso è stato possibile sistemare i conti e partire con la realizzazione dell’isola. Per quanto riguarda le polemiche in merito alla realizzazione della struttura su area pubblica, ci tengo a sottolineare che forse l’85% delle isole sono costruite su area pubblica. C’è un’apposita ordinanza che autorizza e esenta dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico tutti quei condomini che sono sprovvisti di area privata adeguata al posizionamento dei contenitori, ovvero non troppo vicini agli appartamenti e allo stesso tempo agevoli per la raccolta da parte di Seta”.

Secondo Burdisso, inoltre, l’isola ecologica così realizzata potrà apportare dei benefici. “Non dico che sia la soluzione definitiva, ma sicuramente risolve parte dei problemi, come quello dell’odore vicino alle varie attività commerciali, e anche della vista sulla piazza”.

 


Commenti

commenti