Autoscuole in stallo, mancano gli esaminatori


Per capire i problemi della categoria abbiamo ascoltato la titolare dell’Autoscuola Borgaro. “Difficilmente entro ottobre riusciremo a permettere a tutti i nostri iscritti di accedere agli esami”.

di Giada Rapa

Le Autoscuole del Piemonte stanno vivendo una situazione drammatica, anche a causa del lockdown da marzo a maggio. A spiegare le difficili condizioni della categoria è Lucrezia Valentino, titolare dell’Autoscuola Borgaro. “Già prima dell’emergenza sanitaria la situazione della Motorizzazione Civile era pessima a causa della carenza degli esaminatori, in un numero inadatto a soddisfare le richieste delle Autoscuole. Una situazione comune un po’ in tutta Italia, ma con alcune regioni più in difficoltà di altre. Il Piemonte è una di queste, e proprio per tale motivo la provincia di Torino ha sempre chiesto un aiuto esterno alle altre province, che però al momento non possono fornire disponibilità a causa dell’accumulo di studenti” spiega Lucrezia, sottolineando che proprio per tale motivo il Governo ha deciso di prorogare a ottobre la scadenza di tutte le pratiche inoltrate dal mese di febbraio in poi.

“Tuttavia molto probabilmente a ottobre ci sarà un’ulteriore proroga dei Fogli Rosa, perché non si riusciranno a smaltire tutte le iscrizioni. E il problema continuerà a trascinarsi, senza risolversi. Siamo disperati”. Del resto, con circa una 60ina di studenti in attesa di dare l’esame di teoria, circa 50 pronti ad affrontare quello di pratica e una media di 5 posti al mese disponibili da giugno a ottobre, è facile calcolare che gli esaminati saranno poco meno della metà. Per cercare di dare una mossa a questa situazione la Segreteria Provinciale dell’UNASCA –Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica– di Torino sta promuovendo una raccolta-firme al fine di richiedere un intervento di supporto a favore dell’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile del capoluogo piemontese. “Quello che viene richiesto è l’assunzione di personale specifico che permetta a tutti di sostenere gli esami. A dicembre, infatti, altri esaminatori andranno in pensione e saremo sempre più scoperti” conclude Lucrezia.

LEGGI IL NUMERO DI LUGLIO DI SULLASCIA.NET https://flipbookpdf.net/web/site/b8ef022660bcf1fa04cd14cd22fe27e4b7f9b3c8202007.pdf.html

SCARICA https://www.sullascia.net/wordpress/wp-content/uploads/2020/07/Sulla-Scia-Luglio-2020.pdf


Commenti

commenti