Borgaro: multato il Bar Agorà per abbandono di rifiuti, ma il proprietario fa ricorso


La sanzione, di 103 euro è stata notificata dai vigili due giorni fa. “Un verbale ingiusto” dicono dall’esercizio commerciale, “Prima di fare multe, verifichiamo” rispondono dal Comando di Polizia Locale.

di G. D’A.

Una sanzione di oltre cento euro, per avere abbandonato per terra dei sacchi di rifiuti all’interno dell’isola ecologica di via Gramsci, quella all’altezza del centro commerciale Agorà. A vedersela notificare due giorni fa è stato il Bar di Monica Bertoglio. “Lunedì di questa settimana – racconta Davide Pappalardo, detto Jimmi, marito di Bertoglio – abbiamo richiamato l’attenzione di Seta (l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in città, ndr) perché l’isola ecologica era talmente piena che non si riusciva neanche ad entrare. Così i sacchi dell’immondizia ce li siamo tenuti all’interno del negozio, in attesa che qualcuno intervenisse. Cosa che è avvenuta durante la giornata. Fatto sta, che mercoledì, due giorni dopo, si presentano al Bar i vigili con il verbale che ci contesta, su segnalazione di Seta, di avere abbandonato immondizia per terra nel recinto dell’isola ecologica dopo che questa era stata pulita. Non è per i soldi, ma trovo l’episodio ingiusto, perché oltre ad non essere stati noi, non c’è stata fornita nessuna prova di foto o video dell’accaduto, catturate dalle numerose telecamere posizionate nella zona. Comunque – conclude Jimmi – abbiamo fatto ricorso così prevarrà la verità“.

Ma la verità, per il Comando dei Vigili di Borgaro, è diversa da quella descritta da Pappalardo. “Prima di fare una multa su una segnalazione esterna – affermano brevemente dagli uffici di piazza Europa – verifichiamo che i fatti denunciati si siano effettivamente svolti. E, in quella zona, abbiamo molti mezzi per capire cosa sia realmente successo”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio