Sicurezza pubblica a Mappano: il Comune organizza un incontro con i Carabinieri di Leinì


L’incontro si svolgerà domani, venerdì 8 febbraio, a partire dalle ore 20.45 presso la sala Lea Garofalo. Intanto però il consigliere di minoranza Valter Campioni “accusa” il Sindaco Francesco Grassi.

Il consigliere di opposizione Valter Campioni

di
Giada Rapa

Mappano – Nell’ultimo periodo, il territorio del neo Comune è stato oggetto di una serie di furti preoccupante, non soltanto in appartamento. Questo problema legato alla sicurezza ha portato l’amministrazione che governa la cittadina a organizzare un incontro pubblico con i Carabinieri di Leinì, previsto per venerdì 8 febbraio a partire dalle ore 20.45 presso il Palazzo Civico, in sala Lea Garofalo. In questa occasione i militi forniranno indicazioni utili su come prevenire intrusioni e furti, nonché suggerimenti sui comportamenti da attuare in caso di necessità. Una serata che vuole cercare di dare, in parte, una risposta ai cittadini per un problema che non può certo passare inosservato.

E così non è stato, soprattutto da parte dell’opposizione. “Raddoppiare la presenza dei vigili sul territorio, rispetto a quando Mappano era frazione di quattro comuni sarebbe stato normale: l’amministrazione avrebbe dovuto garantire la presenza di quattro agenti di Polizia Locale durante il giorno ed una pattuglia che vigila con i lampeggianti accesi, al mattino dalle ore 6 alle ore 8 e alle alla sera dalle 19,30 alle 22. Ad oggi, siamo ad una presenza puramente fittizia dei vigili nella misura di una persona attiva un’ora alla settimana offrendo quindi un non-servizioLa notte normalmente viene coperta dai Carabinieri che intervengono sempre 24 ore su 24  in caso di emergenza” ha commentato il consigliere Valter Campioni.

“L’amministrazione di Mappano ha compiuto altre scelte dettate da priorità molto diverse, anteponendo alle esigenze dei cittadini le brame della politica da Prima Repubblica” continua Campioni, affermando che attualmente  “il Comune è ancora ai blocchi di partenza, quasi inconsapevole della montagna di lavoro che deve essere fatto per far sì che possa essere percepito come ente a pieno titolo. Forse è ora di prendere coscienza che questa amministrazione è inadeguata” è la conclusione del consigliere.

La risposta della maggioranza a queste “accuse” è attesa per domani.


Commenti

commenti