L’INTERVISTA – Grassi: “Durante la pandemia l’amministrazione comunale ha preso in mano la situazione”


Continua il nostro resoconto, attraverso le parole di alcuni sindaci di zona, di come le città hanno subito la pressione della pandemia e di come stanno reagendo. Questa settimana è la volta del primo cittadino di Mappano.

di Giada Rapa

Se il Comune di Caselle durante l’emergenza sanitaria è stato tra quelli con la percentuale minore di contagiati in proporzione al numero della popolazione, quello di Mappano è tra quelli con la minore incidenza di contagiati attuali, con un numero ormai vicino allo zero. Una situazione ottenuta, secondo il Sindaco Francesco Grassi, “grazie a una gestione ordinata da parte dell’amministrazione comunale che, supportata da tutta la comunità, ha preso in mano la situazione e proposto anche soluzioni originali per affrontare l’emergenza”. Per il primo cittadino, però, è arrivato il momento, seppure con calma e con le dovute precauzioni, di tornare a prendere in mano le nostre vite anche se il virus non è scomparso.

Come influirà questo periodo sul Bilancio Comunale? È ancora presto per sapere l’entità delle minori entrate a causate della pandemia. Speriamo che le risorse stanziate dallo Stato e dalla Regione siano sufficienti, ma lo sapremo solo a consuntivo dell’anno. Per ottimizzare l’utilizzo delle risorse e rispondere all’emergenza il nostro Bilancio ha subito un rimaneggiamento, finalizzato a raccogliere le risorse risparmiate dai settori che hanno avuto una riduzione di spesa -legata alla mancata o ridotta erogazione di servizi- per destinarle all’emergenza sanitaria. Per quest’ultima è stato infatti istituito un apposito capitolo, sul quale abbiamo fatto confluire risorse significative che superano i 100 mila euro. 

Quali interventi sono stati messi in atti a favore del commercio e delle famiglie, in modo da agevolare la ripresa? Abbiamo da subito approntato servizi e agevolazioni per le famiglie più bisognose, attraverso la distribuzione dei buoni spesa, la consegna domiciliare dei farmaci e quella gratuita domiciliare della spesa, che ha prodotto l’iniezione di circa 100 mila euro a favore del commercio locale. Per quanto riguarda quest’ultimo, sono stati concessi rapidamente i permessi per l’ampliamento dei dehors e si è stabilito lo slittamento della scadenza della Tassa Rifiuti, con lo studio di ipotesi di ulteriori agevolazioni anche su altri tributi, quali COSAP e Imposta sulla Pubblicità. Abbiamo anche distribuito 3 volte le mascherine alla popolazione, assieme a informative dettagliate sui servizi in essere e in particolare con la pubblicizzazione degli esercizi commerciali e artigianali del territorio. Puntiamo infatti a stimolare ulteriormente la rete del commercio locale, condividendo nuove progettualità come l’e-commerce comunale. Solo nelle ultime settimane si sta rimettendo in moto il tessuto economico, saremo attenti a favorire ulteriori iniziative che si rendano necessarie.

Saranno attivati i Centri Estivi? Si, e a tale proposito ringrazio il nostro personale, che ha accettato la sfida difficile tra linee guida complesse e variabili di giorno in giorno, garantendo l’apertura delle iscrizioni per le sei settimane di attività. Confidiamo di garantire ai nostri bambini e ragazzi un’occasione di riprendere a vivere insieme questa avventura, nell’attesa di poter ritornare tutti insieme a scuola a settembre.

Quali sono le previsioni per i prossimi mesi? Ci sarà un lento ritorno alla normalità e sarà chiesto a tutti un impegno e una solidarietà rafforzati, ma confido nella tempra e generosità dei nostri cittadini. Anche se con tutte le precauzioni del caso, abbiamo potuto festeggiare la nostra Festa Patronale lo scorso 31 maggio: tutto si è svolto nel migliore dei modi e abbiamo potuto ricordare insieme i nostri cari che ci hanno lasciato. Insieme abbiamo superato il periodo peggiore e insieme torneremo a vivere e festeggiare il ritorno alla normalità.


Commenti

commenti