Mappano si prepara a celebrare la Festa Patronale del 31 maggio


L’appuntamento sarà più contenuto, con una messa solo al mattina. “Un’occasione anche per ricordare le persone che ci hanno lasciato”.

dalla Redazione

Le Feste Patronali sono sempre state un grande momento di unione e di comunità. Chi non ha mai colto l’occasione di partecipare a qualche iniziativa correlata con l’obiettivo di rivedere parenti e amici e trascorrere del tempo insieme?

E dopo questi mesi di quarantena e con le nuove regole del distanziamento sociale, forse ritrovare quel senso di appartenenza a una comunità appare ancora più importante. Proprio per questo motivo l’amministrazione mappanese ha voluto “salvaguardare” un appuntamento estremamente sentito: quello della Festa Patronale del 31 maggio a Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù. Ad annunciarlo è stato in Sindaco Francesco Grassi, durante un videomessaggio, in cui sono stati toccati molteplici argomenti. “L’appuntamento sarà più contenuto, Ci sarà una sola messa al mattino, con tutte le norme attuali, che si svolgerà presso Piazza Papa Giovanni Paolo II che, in deroga all’ordinanza che la mantiene chiusa all’utilizzo per evitare assembramenti, verrà aperta per l’occasione” ha spiegato il primo cittadino.

Insomma, un momento di condivisione, ma anche l’occasione per ricordare chi, a seguito di questa emergenza sanitaria, non è più tra noi. “Sarà un momento di festa e di comunità perché ci ritroveremo insieme. Con tutte le attenzioni, ma felici di essere uniti, di lavorare insieme e di ricordare le persone che ci hanno lasciato, al fine di stringerci per poter nuovamente ripartire con un Comune e una comunità che possa essere la migliore possibile. Noi aspiriamo a essere la migliore di questi territori. Insieme ce la faremo”.


Commenti

commenti