Mappano: al Parco Unione Europea si è parlato di biodiversità


L’amministrazione comunale ha organizzato un evento aperto alle scuole e alle famiglie, in collaborazione con l’Università di Torino e le associazioni che operano per il benessere ambientale e animale.

di Giada Rapa

Anche se il meteo non è stato particolarmente clemente durante le ore pomeridiane, le attività svoltesi nella mattinata del 22 maggio al Parco Unione Europea – quando ancora splendeva il sole – è stato un vero successo.

Per il 2° anno consecutivo, grazie anche all’impegno della consigliera comunale Margherita Profiti, l’amministrazione di Mappano ha scelto di celebrare la Giornata della Biodiversità, coinvolgendo principalmente i bambini e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo. Fin dalle 9 del mattino nel parco si sono recate 11 classi della Scuola Primaria e 5 della Secondaria di Primo Grado: qui gli studenti e le studentesse hanno potuto ammirare una mostra fotografica dal titolo “Paradisi Piccoli e Grandi” per un percorso tra cielo e terra alla scoperta di anfibi, rettili e uccelli che popolano il nostro territorio. Realizzata e curata dal Dipartimento di Scienze Veterinarie – che ha partecipato all’evento insieme a quello di Scienze Agrarie Forestali e Alimentari e a quello di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi – ha visto la parte degli anfibi e dei rettili curata dall’erpetologo, fotografo e scrittore Matteo Di Nicola e quella degli uccelli dal professor Carlo Nebbia. In più, 100 scatti per 100 anni, a cura del fotografo naturalista Luca Giordano. Esposti anche i bellissimi elaborati realizzati dagli studenti dell’Istituto Comprensivo, che all’interno del parco hanno avuto la possibilità di sperimentare molteplici attività attraverso l’attivazione di 12 laboratori didattici, come il Ribosome Game, Sfarfallando, Indovina la Razza o A tutto Uovo.

La seconda parte della giornata avrebbe dovuto portare al coinvolgimento degli studenti e delle loro famiglie – ma anche di tutta la cittadinanza in generale – con anche la presenza degli allevatori del Progetto Gemonte 6, ma sfortunatamente la pioggia non ha permesso il normale proseguimento dell’iniziativa.


Commenti

commenti