Borgaro: i 5 Stelle parlano di sicurezza


Prosegue la campagna elettorale del gruppo con la trattazione pubblica di argomenti tematici. Dopo i rifiuti di qualche settimana fa, ieri sera a Cascina Nuova si è parlato di un tema molto sentito dai cittadini. Poca, però, la gente in sala.

di G. D’A.

Borgaro – Non solo sicurezza personale, ma anche quella scolastica, ambientale, stradale. Di tutto questo si è parlato ieri sera, venerdì 12 aprile, a Cascina Nuova, durante un incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle di Borgaro in vista delle prossime elezioni comunali di maggio.

Ad aprire la riunione, in verità davanti ad una sala semivuota, ci ha pensato la candidata Sindaca Cinzia Tortola che in sostanza ha spiegato che dopo i rifiuti, tema trattato qualche settimana fa in un precedente dibattito pubblico, un altro argomento che avrà molto importanza per il Movimento a livello di programma elettorale  è appunto quello della sicurezza. Ad iniziare da quella scolastica, perché secondo Tortola nei plessi borgaresi alcune norme, a partire da quelle sull’antibcendio, non vengono rispettate. Il punto è stato poi trattato più a livello provinciale da Antonino Iaria, consigliere comunale a Torino e in Città Metropolitana.    

Francesca Frediani, consigliera pentastellata in Regione Piemonte, ha invece parlato di violenza sulle donne, citando leggi, progetti ed intenti. Anche in questo caso, lo sguardo è stato poi rivolto all’ambito provinciale con l’intervento di Silvia Cossu, che ha stigmatizzato le mancanze dei vari comuni nell’affrontare il fenomeno delle donne maltrattate.  Stefano Audino, anche lui consigliere metropolitano, ha brevemente introdotto il discorso della  sicurezza ambientale, toccando alcuni temi legati allo smaltimento dei rifiuti e alle discariche.

La candidata Tortola ha chiuso la serata facendo un piccolo elenco di mancata sicurezza stradale a Borgaro, da via Santa Cristina a via Lanzo, dall’Agorà fino a Villaretto, sostenendo che in materia diverse sono state e sarnno le proposte dei 5 Stelle per migliorare la situzazione.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio