Buon riscontro per la prima edizione del Caselle Comics


Il cortile di Palazzo Mosca e i portici di via Torino si sono trasformati in un ritrovo di appassionati del genere, tra cosplayers, wargames, miniature, area games e creative corners.

di Giada Rapa

Per un giorno, Palazzo Mosca si è trasformato in un vero e proprio punto di ritrovo per gli appassionati di fumetti, anime e manga giapponesi, giochi di ruolo, videogiochi e soprattutto cosplayer. Grazie al gruppo YART del progetto “Giovani che si fanno in 4” e la collaborazione dell’associazione AEGIS, della Lega Italiana Universo Tridimensionale – Legio Taurinorum e ai ragazzi dell’Informagiovani, venerdì 5 luglio è andato in scena il Caselle Comics. Tra wargames, miniature e area games sotto i portici di via Torino, mostre a tema curate da AEGIS, dj set, make-up e creative corner -con la partecipazione di Stefano Fariella, Andrei Woodleg e Greta Russotto– presso il cortile di Palazzo Mosca, la giornata ha ottenuto sicuramente un buon via vai di gente -tra appassionati o semplicemente i curiosi- per una manifestazione alla sua prima edizione.

Pezzo forte dell’evento è stato sicuramente il Cosplay Contest, che ha visto alternarsi sul palco circa una quindicina tra ragazzi e ragazze, che per l’occasione si sono trasformati in personaggi tratti da anime, fumetti, giochi di ruolo, videogiochi o, in alcuni casi portando i cosiddetti Cosplay Original, ovvero personaggi inventati in tutto e per tutto dalla creatività del singolo. A giudicare i cosplayer in gara un grandissimo esperto in materia, Davide Ravera, uno dei volti più noti legati a questo “movimento” e molto seguito sulle sue pagine social. Ravera è anche stato protagonista di un’interessante intervista, durante la quale ha parlato del fenomeno del cosplay, ma anche delle difficoltà a esso legate, soprattutto a causa di fenomeni di bullismo sia all’interno sia all’esterno della community. “C’è più cervello sotto le nostre parrucche che nella testa di chi giudica senza sapere” è infatti il suo motto, proprio a descrivere che a volte la troppa superficialità verso questi appassionati porta a giudizi affrettati e inesatti.

Il Contest ha eletto ben quattro vincitori: il Miglior Cosplay Femminile, vinto da Mirella con il suo Cosplay Original della Sposa Zombie; il Miglior Cosplay Maschile dove ha trionfato Federico con la sua esibizione nei panni del dio nordico Thor; il Miglior Gruppo, categoria conquistata da Anna e Mira nei panni di Haruka Tenou e Michiru Kaiou, meglio conosciute come Sailor Uranus e Sailor Neptune, con tanto di cambio d’abito in scena e il Miglior Physique du Rôle -ovvero per la maggior somiglianza con il personaggio proposto. Quest’ultimo premio conquistato da Oriana, con il cosplay di Lightning, personaggio della serie di videogiochi Final Fantasy.


Commenti

commenti