Da 4 anni Mappano celebra la Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù


Anche quest’anno la funzione religiosa si è svolta in maniera contenuta, ma sempre contrassegnate da quel senso di unione che da sempre contraddistingue la comunità.

di Giada Rapa

SULLASCIA.NET NUMERO DI MAGGIO LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Per il secondo anno consecutivo, nonostante l’impossibilità di svolgere grandi momenti aggregativi a causa della pandemia ancora in atto, il Comune di Mappano non ha voluto rinunciare a un importante appuntamento: quello delle celebrazioni per la Santa Patrona Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù.

La ricorrenza religiosa è stata ufficialmente identificata nella giornata del 31 maggio nel 2017, anno di costituzione di Mappano Comune. Anche in questa occasione, così come già accaduto nel 2020, le celebrazioni si sono limitate a una semplice messa serale, celebrata dal viceparroco don Marco Fogliotti e dal diacono Matteo Suozzo sotto la struttura coperta di Piazza Papa Giovanni Paolo II, occasionalmente riaperta al pubblico. “Il prossimo anno ricorreranno gli 80 anni dalla fondazione della chiesa dedicata a Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù -costruita nel 1912 ed elevata a Parrocchia nel 1942– e speriamo di poter di festeggiare in pieno, assieme anche la fine della pandemia” ha ricordato il Sindaco Francesco Grassi attraverso una lettera dedicata alla cittadinanza. E la speranza, condivisa anche dalla parrocchia, è quella di potersi riunire per festeggiare anche la terza domenica di luglio, mese che ha tradizionalmente accolto le celebrazioni patronali prima della formale istituzione dell’ente.

Presenti diverse associazioni del territorio con i propri labari, il Comandante della Polizia Locale Paolo Bisco e i volontari della Croce Rossa, che hanno misurato la temperatura e fatto igienizzare le mani a tutti i partecipanti. Una ulteriore dimostrazione del grande senso di comunità dei cittadini mappanesi.


Commenti

commenti