Borgaro: scempio al Chico Mendes


La scorsa settimana abbiamo compiuto un sopralluogo nel più grosso parco pubblico della città, riscontrando una situazione disastrosa. L’assessore Spinelli: “Prestissimo interverremo per rendere utilizzabile l’area”. GUARDA LA GALLERY.

di G. D’A.

Borgaro – Strutture coperte fatiscenti e pericolose, spazi adibiti per accendere il fuoco e fare la brace in totale stato di abbandono, sterpaglia e sporcizia in ogni dove, recinzioni e scavi, fontana che non eroga acqua da tempo e persino un televisore lasciato da qualcuno vicino ai cassonetti dell’immondizia lungo il vialetto. Questo è oggi l’area pubblica del parco Chico Mendes, tra incuria e degrado. Un luogo che da tempo meriterebbe una valorizzazione che non ha più da anni, di un’attenzione che necessiterebbe di un progetto, di un piano che ne potrebbe definire la sua vocazione.

Dal Comune, l’assessore Luigi Spinelli, dopo un suo giro sul posto, ha affermato che “a stretto giro l’amministrazione interverrà per mettere in sicurezza le strutture e gli spazi” che dovrebbero essere a disposizione della popolazione “e richiamare alle proprie competenze il concessionario dell’area, la società Brillada, che per convenzione deve tenere pulito il posto e provvedere alla manutenzione ordinaria del verde. Inoltre SMAT a breve dovrebbe concludere i propri lavori alla rete idrica e quindi chiudere i piccoli cantieri lavoro”. “Al momento non ci sono progetti da attivare sul parco” ha ancora risposto Spinelli alla nostra domanda.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio