Borgaro: “Andare Oltre. Tutti uniti nella luce”, tre giorni per parlare della vita oltre la morte


Con il concerto dei Metamorphosis ha preso il via ieri, presso l’Hotel Atlantic di via Lanzo, la seconda edizione dell’iniziativa per discutere di spiritualità e di sopravvivenza fisica. Quest’anno una sezione aperta anche agli animali. Gli incontri sono aperti a tutti.

dalla Redazione

Borgaro – L’Associazione ArtInMovimento, da ieri 13 ottobre a domenica 15, propone la seconda edizione del convegno Andare Oltre. Tutti uniti nella luce. Tre giorni per discutere di spiritualità e di sopravvivenza alla morte fisica, ma anche per sostenere quelle famiglie che si trovano ad affrontare il lutto per la perdita di un figlio.

“L’evento continua a essere caratterizzato da una chiara vocazione transculturale e da un taglio antropologico preciso e dalla presenza di ben nove work-shop esperienziali per permettere ai partecipanti di far parte fattivamente a quanto si propone, fornendo strumenti per crescere in consapevolezza e attivando una oggettiva trasformazione”, dichiara Annunziato Gentiluomo, Presidente dell’associazione e anche conduttore e curatore del programma del convegno. Rispetto allo scorso anno, però, l’evento si arricchisce di due novità: la portata internazionale della manifestazione, che vede tra i suoi relatori i tedeschi Hans Otto König e Anna Maria Wauters e la colombiana Laura Moreno, nonché la presenza di una sezione dedicata agli animali con “Pet Path”. Ampio spazio anche all’arte, vista come “ponte” con il trascendente, con il concerto degli Avorio Spirituals Concert con Silvia Pellegrino domenica 15 alle ore 21.20 e la lettura dell’attore Samuele Maritan di alcuni brani del libro Dalla loro parte di Lorenza Aimone Querio.

Il convegno, aperto a tutti, è patrocinato da tre realtà nazionali importanti BIMED – Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, ASI Settore Arti Olistiche e Orientali e l’Associazione Medicina Centrata sulla Persona Onlus


Commenti

commenti