Buona partecipazione per la prima manifestazione di “Movimento Giovani in Atletica”


L’evento, promosso dall’Atletica Venturoli di Borgaro, con la collaborazione della Struttura di Attivita UISP Atletica Leggera, ha riunito circa 200 ragazzi di 7 società diverse che si sono sfidati presso la pista di Volpiano.

di Giada Rapa

Borgaro/Volpiano – La prima prova si può dire superata. Ha infatti ottenuto un buon riscontro la prima manifestazione di “Movimento Giovani in Atletica” promosso dall’associazione borgarese Atletica Venturoli sabato 21 aprile. Un’iniziativa che si pone l’obiettivo di valorizzare i giovani che praticano la disciplina dell’atletica, troppo spesso “accantonati” in favore di gare tra adulti. “In un certo senso vogliamo togliere i giovani dalla strada, perché alle gare, per la presenza degli adulti, fanno quasi da contorno, e metterli in pista. L’intento è quello di creare un movimento giovanile, dove i ragazzi possano sentirsi i veri protagonisti e stimolarsi ulteriormente verso questa disciplina. Un modo per focalizzarli sul piazzamento che hanno effettuato, facendo anche capire loro che occorre impegno costante” ha commentato il Presidente della società Sandro Venturoli.

Alla manifestazione, che si scolta presso la Pista di Arletica di Volpiano, sono intervenuti circa 200 atleti, provenienti da 7 società diverse: oltre all’Atletica Venturoli hanno partecipato l’ASD Doratletica, l’ASD Atletica Venaria Reale, l’ASD Atletica Settimese, la Polisportiva Dilettantistica Bairese, l’Atletica Balon e la Durbano Gas Energy Rivarolo 77. Tutti gli atleti si sono confrontati su due prove, al termine delle quali hanno potuto trovare un punto ristoro con brioches, biscotti e thè fresco viste le temperature decisamente alte della giornata.

“Un grande ringraziamento va al Comune di Borgaro, che ci ha sostenuto in quest’impresa, alla Runner Team, che ci ha dato la possibilità di utilizzare la Pista di Volpiano, e a tutti i volontari che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione” ha concluso Venturoli.

 


Commenti

commenti