Borgaro: il 40° Maggioni-Righi se lo aggiudica il Goteborg


Le prime tre posizioni tutte a squadre straniere, Oltre agli svedesi vincitori, secondo posto per i danesi del Nordsjælland e terzo per gli ucraini della Dynamo Kiev.


La squadra del Nordsjælland

di Giada Rapa

Borgaro – Mai come quest’anno il Maggioni-Righi è stato internazionale, con ben tre squadre straniere su quattro a contendersi la vittoria della 40a edizione. Nella mattinata di ieri, le sfide tra NordsjællandDynamo Kiev e Göteborg Torino, entrambe finite ai rigori, hanno permesso alla squadra svedese, che ha poi trionfato nel pomeriggio, e a quella danese di accedere alla finalissima. Terzo posto invece per la Dynamo Kiev, che ha battuto i granata, ancora ai rigori. La classifica finale è quindi la seguente: 1° posto Göteborg, 2° posto Nordsjælland, 3° posto Dynamo Kiev, 4° posto Torino, 5° posto Atalanta, 6° posto Juventus, 7° posto Fiorentina, 8° posto Brescia, 9° posto Genoa, 10° posto Chieri, 11° posto Borgaro Nobis, 12° posto Chisola.


Terzo posto per la Dynamo Kiev

Nella Top 11, abbiamo: miglior n° 1 Anders Gulstorff e miglior n° 2 Jonas Lyshoj entrambi del Nordsjælland, miglior n° 3 Edoardo Bedetti del Torino, miglior n° 4 e miglior n ° 5 per la Dynamo Kiev con Ihor Huk e Anatoli Kozlenko, miglior n° 6 e miglior n° 7 Diego Larotonda e Aldo Banse entrambi del Torino, miglior n° 8 e miglior n° 9 per i giocatori del Göteborg Erik Reis e Oscar Vilhelmsson, miglior n° 10 Vladyslay Veleten della Dynamo Kiev e miglior n° 11 per Johan Tellander del Göteborg, che si aggiudica anche il premio come miglior giocatore straniero

Quarto posto per i granata del Torino

Per quanto riguarda i premi speciali, la Coppa Vincenzo Barrea va a Ambroz Filip in quanto giocatore più giovane del Torneo, Il Trofeo per il miglior giocatore italiano è di Christian Celesia del Torino e quello come miglior giocatore dilettante va a Ettore Tonini del Borgaro Nobis. La Coppa come miglior giocatore dell’ASD Borgaro Nobis è invece di Thomas Fimognari, mentre il riconoscimento come capocannoniere del Torneo è andato a Yevhenii Riazantsev della Dynamo Kiev. Il Trofeo Fair Play se lo aggiudica la società del Göteborg, la Coppa per la Squadra più Disciplinata va alla Juventus, mentre il premio al Miglior Allenatore del Torneo va Marco Sesia del Torino.


Commenti

commenti