Borgaro: l’associazione dei siciliani ricorda Roberto Merandino


Si è svolta ieri la premiazione della 2a edizione del concorso di poesia che vede coinvolte le scuole del territorio. Per parlare di un grande amico scomparso nel 2016.

di
Giada Rapa

Borgaro – La mattinata di ieri, venerdì 8 febbraio, ha commosso e regalato emozioni forse inaspettate. L’associazione socio-culturale Sicilia ha infatti premiato i vincitori del Premio di Poesia -organizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale e la dirigenza scolastica nella persona di Lucrezia Russo– dedicato a Roberto Merandino, scomparso nel 2016.

Ad aprire la premiazione è stato il Sindaco Claudio Gambino, che ha ricordato la figura di Merandino, un uomo che “tanto ha fatto per la città di Borgaro, conosciuto anche attraverso le sue poesie”. “Già lo scorso anno, con la prima edizione, abbiamo avuto la conferma che i nostri ragazzi hanno una grande sensibilità. A volte li giudichiamo in modo superficiale, ma in queste poesie hanno dimostrato grandi emozioni, toccando anche temi sociali importanti. Ringrazio l’associazione Sicilia per questo premio, che ci permette non soltanto di ricordare Roberto, ma anche di avere la conferma che, se messi alla prova, i ragazzi sanno tirare fuori il meglio di loro stessi” ha commentato il primo cittadino. È poi intervenuto il Presidente dell’associazione, Giuseppe “Pino Curcio” Albanese, che ha ringraziato le istituzioni. “Voi ragazzi siete il nostro futuro. Avete interpretato con grande intensità le emozioni”. A seguire la Dirigente Scolastica Lucrezia Russo, che ha anche ringraziato la professoressa Tiziana Norelli, che ha coadiuvato i ragazzi. E, parlando di una poesia legata all’adolescenza, ha ricordato agli alunni presenti che “a volte un No è il più grande gesto d’amore che possiamo fare per la vostra crescita”.

I vincitori di questa 2a edizione, che hanno ricevuto un contributo in denaro, sono stati Elisa Salidu con “L’Adolescenza”, Tommaso Villani con “No al Bullismo” e Elena Oliva con “Al Mio Caro Nonno”, rispettivamente al 1°, 2° e 3° posto. Il premio della critica è invece andato a Martina Gagliardi con la poesia “Il Rispetto”. A conclusione della premiazione sono anche stati consegnati due mazzi di fiori, uno per la Dirigente Russo e uno per la professoressa Norelli. Un terzo sarà invece portato al cimitero all’amico Roberto.


Commenti

commenti