Lions Club Venaria Reale Host: raccolti a Borgaro 670 euro


I fondi, frutto del concerto del coro Singtonia, verranno utilizzati per l’acquisto di un nuovo tonometro. I Lions Club Caselle Airport, Ciriè D’Oria e Settimo Torinese hanno invece presentato il “Barattolo dell’Emergenza”.

dalla Redazione

Il loro motto è “We Serve”, ovvero Noi serviamo. Il loro obiettivo è quello di permettere ai volontari di servire la propria comunità, di soddisfare i bisogni umanitari e di favorire la pace e promuovere la comprensione internazionale. Stiamo parlando del Lions Club, realtà presente sul territorio italiano dal 1951.

Nella nostra zona, il Lions Club Venaria Reale Host presieduto da Gerardo Lamesta si occupa in modo particolare della prevenzione del glaucoma, malattia cronica e progressiva che colpisce il nervo ottico e che può portare alla perdita della vista. Al fine di finanziare l’acquisto di un nuovo tonometro, apparecchio che serve per misurare la pressione oculare -responsabile del glaucoma quando troppo elevata- il Club ha organizzato un Concerto presso l’Hotel Atlantic di Borgaro nella serata di venerdì 29 novembre. A incantare il pubblico, che ha donato 670 euro, è stato il coro Singtonia, che ha regalato ai presenti due ore di sonorità provenienti da tutto il mondo grazie allo spettacolo “Un Mondo di Musica – Canti, musiche, ritmi, lingue e emozioni dai 5 Continenti”.

La sera precedente, giovedì 28 novembre, le associazioni Lions Club di Caselle Torinese Airport, di Ciriè D’Oria e di Settimo Torinese hanno presentato alla cittadinanza il “Barattolo dell’Emergenza”. Un’idea semplice, che può rappresentare un modo utile per fornire i primi soccorsi soprattutto a coloro che vivono soli o che rappresentano la “fascia più vulnerabile” della società. Il piccolo barattolo, giallo e con il tappo blu, conterrà al suo interno una scheda informativa con tutte le informazioni personali del soggetto, che dovrà compilare il medico curante. In questo modo, infatti, sarà più facile, per i soccorritori, reperire informazioni necessarie quali intolleranze o allergie, malattie degenerative o autoimmuni, stato di salute, farmaci utilizzati. Il barattolo potrà essere richiesto da tutti i cittadini attraverso il proprio medico di base e, così come consigliato nel corso della serata, potrà essere disposto in frigorifero.


Commenti

commenti