Per i 5 Stelle borgaresi c’è “ARIA NUOVA IN COMUNE”


La consigliera comunale Cinzia Tortola, in un comunicato stampa critica la maggioranza per utilizzo del contributo di circa 90.000€ ottenuto da Roma per realizzare progetti relativi ad investimenti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile.

“Qual è il progetto presentato dal nostro Comune (e finanziato con i 90.000 euro ottenuti dal Ministero dello Sviluppo Economico) sul tema dell’efficentamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile?”. Con questo interrogativo ironico, Cinzia Tortola apre una nota stampa, fatta circolare nella giornata di ieri, mercoledì 23 ottobre, in merito alla variazione di Bilancio approvata dalla maggioranza durante l’ultimo Consiglio Comunale.

E da tenere presente che gli interventi ammissibili al contributo spaziano da efficientamento dell’illuminazione pubblica, installazione di impianti per produrre energia da fonti rinnovabili,ad interventi sulla mobilità sostenibile e sistemi di semaforistica intelligente, nonché interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza delle scuole nonché per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

“Con questi soldi – scrive la pentastellata – hanno deciso, in modo arbitrario e unilaterale, come al solito, di mettere a posto il condizionamento dell’aria che riguarda tutti i locali del Comune. Il tema delle sicurezza delle scuole ci è molto a cuore e chi ci segue sa quali sono state le difficoltà in questi anni per ottenere la documentazione sulla sicurezza nonostante le diffide inviate al dirigente scolastico e all’amministrazione comunale”.

“Era quindi inevitabile – prosegue Tortola – il nostro dissenso rispetto alla scelta fatta. Con 90.000 € si poteva fare qualcosa per migliorare la sicurezza nelle scuole? O migliorare l’illuminazione pubblica? O mettere in sicurezza certi attraversamenti pedonali (quelli che segnaliamo da anni tipo via Lanzo angolo Viale Martiri o Via Lanzo angolo Via Torino)? Noi crediamo di sì”.

E conclude: “Ma come sempre accade le decisioni che riguardano il bene pubblico non coinvolgono la cittadinanza. E non basta che ci venga raccontato che, viste le brevi tempistiche di presentazione del progetto per ottenere il contributo, non è stato possibile presentare null’altro. Sono solo scelte, scelte politiche che questa maggioranza porta avanti in modo unilaterale. La pianificazione strategica degli interventi da attuare avrebbe dovuto essere già predisposta, la sicurezza delle scuole di Borgaro è un problema e non si dovrebbe essere impreparati quando si presentano opportunità di contributi nazionali“.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio