Borgaro: seconda edizione per le Conferenze di Cultura Piemontese


Promosse dall’associazione La Roa, in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi – Ca dë Studi Piemontèis di Torino, si svolgeranno a partire da venerdì 21 febbraio, con cadenza settimanale.

di Giada Rapa

Dopo l’ottima partecipazione, forse un po’ inaspettata, del primo ciclo di incontri, l’associazione piemontese La Roa ci riprova e anche per questo 2020 ha deciso di proporre una serie di appuntamenti -che si svolgeranno con cadenza settimanale ogni venerdì alle ore 16, presso la sala conferenze di Cascina Nuova- promossi in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi – Ca dë Studi Piemontèis di Torino. Si tratta di un vero e proprio “Corso di Cultura Piemontese”, per coloro che vogliono riscoprire le tradizioni e le curiosità legate al nostro territorio, ma anche per chi invece desidera conoscerle.

La seconda edizione del Corso partirà venerdì 21 febbraio, con Gustavo Mola di Nomaglio che tratterà “Due nomi legati nei secoli: la comunità di Borgaro e la millenaria Casata dei Birago”; il 28 febbraio sarà Marino Periotto a parlare “Dalla villeggiatura alla clandestinità- Presenze ebraiche nelle Valli di Lanzo tra metà Ottocento e II Guerra Mondiale”; il 6 marzoSpassgiada tra poesìe canson e conte piemontèise – Squasi na Sinfonìa” di Michele Ponte, mentre il 13 marzo sarà la volta di “Canzoni Recuperate” grazie a Gian Enrico Ferraris. Si proseguirà il 27 marzo con “Le masche e i libri del comando” con Michele Bonavero in veste di relatore, per poi concludere il 3 aprile con “Na lòsna an fior: le poesie di Gianrenzo Clivio” curate da Albina Malerba.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 339/88.81.894 o inviare una mail all’indirizzo associazionelaroa@gmail.com


Commenti

commenti