Borgaro: i Lions di Venaria regalano due tablet alla RSA CasaMia


Inizialmente la raccolta fondi era mirata all’acquisto di una Camera degli abbracci, ma si sono riscontrati dei problemi tecnici.

E’ uscito il numero di gennaio 2021 di SullaScia.net LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

di Giada Rapa

Inizialmente doveva essere una Camera degli Abbracci, al fine di favorire il contatto tra gli ospiti della RSA CasaMia di Borgaro e i loro familiari. Ma alla fine, a causa di alcune difficoltà tecniche avanzate dalla struttura, il Lions Club Venaria Reale Host ha deciso di donare due tablet per permettere di effettuare le videochiamate. “L’approvazione definitiva deve ancora passare per l’assemblea dei soci, ma dal momento che i due tablet hanno un costo analogo a quello della Camera degli Abbracci non credo che ci saranno particolari problemi. Il nostro scopo, fin dal principio, era quello di favorire il contatto e la comunicazione: questa soluzione sarà certamente meno empatica della prima, ma permetterà di avere comunque un legame con le famiglie, seppur virtuale” spiega il Presidente dei Lions Club Venaria Reale Host, Claudio Pelassa.

l fondi necessari per la donazione sono stati reperiti grazie a una visita virtuale tenutasi nella serata di giovedì 14 gennaio, durante la quale la dottoressa Luisa Boscolo, laureata in Lettere e Conservazione dei Beni Culturali, con la sua preparazione e passione ha guidato i presenti in un interessante viaggio attraverso la storia della nascita del Museo Egizio di Torino. Particolare attenzione è stata inoltre dedicata al ritrovamento della tomba dell’architetto Kha e di sua moglie Merit, considerata “un vero e proprio tesoro” per la ricchezza di oggetti e dipinti rinvenuti, scoperta nel 1906 da Ernesto Schiaparelli mentre scavava a Tebe nel villaggio degli operai di Deir el-Medina


Commenti

commenti