Borgaro: dopo 3 anni torna Plastic Free


L’associazione ha fissato per sabato 20 aprile una nuova iniziativa di rimozione dei rifiuti abbandonati sul territorio. Ritrovo alle ore 9.30 in piazza Agorà.

di Giada Rapa

Una certa sensibilità ambientale a Borgaro c’è e, come ricordato dall’assessora all’ambiente Fabiana Cescon, lo dimostrano i numeri relativi alle bottiglie riciclate attraverso i due CoriPet installati sul territorio. Ma anche gli interventi di pulizia: nel 2021 erano stati circa 40 i cittadini che avevano aderito all’iniziativa di Plastic Free – associazione nata nel 2019 – con la raccolta di circa 70 sacchi di rifiuti lungo la sola via Stati Uniti.

A distanza di 3 anni Plastic Free torna sul territorio, per una nuova proposta di pulizia della città fissata per sabato 20 aprile, presentata in conferenza stampa e avviata in modo spontaneo dalla cittadinanza, in particolare da Roberto Bechis. “Dopo aver riscontrato una certa sensibilità dai miei concittadini in merito al tema dell’abbandono dei rifiuti, alcuni dei quali volevano già partire con interventi di pulizia, mi sono interfacciato con l’amministrazione alla fine del 2023, trovando immediata collaborazione. Per questo ringrazio pubblicamente il comune e il sindaco Claudio Gambino per il patrocinio e la disponibilità all’ascolto, nonché al riconoscimento delle ragioni che hanno portato a questa sfida” ha evidenziato Bechis.

Da qui l’incontro con Aldo Molinar, Referente di Plastic Free a Borgaro, sua città di residenza dal 2011. A lui il compito, oltre a raccontare la mission dell’associazione –ovvero quella di occuparsi della pulizia, ma anche si sensibilizzare sul pericolo di plastiche e microplastiche – anche i dettagli dell’evento di raccolta. “Il ritrovo sarà alle 9.30 in Piazza Agorà, dove saremo ben visibili con il nostro gazebo. In base alla partecipazione, poi, ci divideremo in piccole squadre per coprire più zone possibili, principalmente nell’area urbana. È obbligatorio usare i guanti: chi vuole può portarseli da casa, ma è obbligatorio che siano anti-taglio”. Attenzione anche alla partecipazione dei minori: fino ain16 anni con iscrizione da parte di genitori e l’accompagnamento di un adulto, dai 16 ai 18 con la possibilità di partecipare da soli, portando una liberatoria scaricabile dal sito. Per partecipare è necessaria l’iscrizione sul sito, indicando nome, cognome e data di nascita, compilabile all’indirizzo: www.plasticfreeonlus.it/eventi.

“Speriamo che questa sia la prima di una serie di collaborazioni – ha commentato il consigliere Giancarlo Lorenzi – perché se queste attività diventano sempre più estese e diffuse si può iniziare a cambiare mentalità, soprattutto nelle nuove generazioni. Auspichiamo in una buona collaborazione: non dobbiamo dimenticare che l’ambiente è di tutti”. Intervento di chiusura affidato al vicesindaco Fabrizio Chiancone. “L’obiettivo è fare qualcosa di concreto: anche se non ci sarà una partecipazione enorme si tratta comunque di un inizio. Il disastro è dietro l’angolo, ma insieme possiamo fare qualcosa per rimediare”.


Commenti

commenti