Borgaro: tre eccellenze per concludere il 2023


Nel pomeriggio di giovedì 28 dicembre, alla presenza del sindaco, sono stati consegnati riconoscimenti a Francesca Di Dedda, per meriti di studio, Christian Mancino, per meriti sportivi e Gabriella Pistura, per meriti lavorativi.

dalla Redazione

A pochi giorni dalla fine del 2023, l’amministrazione borgarese ha deciso di concludere in bellezza organizzando, nel pomeriggio di giovedì 28 dicembre, una breve cerimonia per premiare coloro che, durante l’anno, si sono distinti per impegno e passione. Non solo all’interno del territorio borgarese, ma anche al di fuori dei confini della città. Ecco quindi che, alla presenza del sindaco Claudio Gambino, del vicesindaco Fabrizio Chiancone, dell’assessore Eugenio Bertuol e di alcuni consiglieri – Giancarlo Lorenzi, Giuseppe Insalaco e Paolo Massa – sono stati premiati Francesca Di Dedda, Christin Mancino e Gabriella Pistura.

La giovane Di Dedda è stata recentemente accolta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, quale vincitrice del “Premio di Laurea Conad” per la sua tesi Smart Agrifood in Italia: la tecnologia della coltura idroponica e la rivoluzione dell’agricoltura in chiave 2.0”. A scegliere il suo elaborato è stato il Comitato Leonardo, nato nel 1993 con l’obiettivo di promuovere ed affermare la “Qualità Italia“, che oggi conta circa 160 associati provenienti dal mondo dell’arte, della cultura, dell’imprenditoria e della scienza. “Dopo essere stata premiata da Mattarella, ricevere un riconoscimento dal sindaco di Borgaro è un po’ un downgrade” ha scherzato Gambino, augurandole un futuro brillante.

Eccellenza in campo sportivo è invece Christian Mancino. Nato e cresciuto calcisticamente nell’attuale Borgaro Nobis, è successivamente diventato colonna del Chieri Calcio e Capitano della Rappresentativa Piemonte e Valle d’Aosta. Proprio con quest’ultima ha vinto il titolo di Campione d’Italia nel Torneo delle Regioni, conquistando anche il Pallone d’Oro nella stagione sportiva 2022/2023. Attualmente, con il sogno di diventare un calciatore professionista, milita nel Monopoli, in Primavera 2. “Ad oggi è il giocatore che ha raggiunto i livelli più alti nella nostra città – ha sottolineato il primo cittadino – e per noi anche questo è motivo di orgoglio.

In ultimo, ma non per importanza, Gabriella Pistura, premiata per i quasi 36 anni di operato presso il cimitero comunale. “Gabriella ha sempre svolto il suo lavoro con passione e non è sempre stato semplice, perché per tantissimi anni ha gestito da sola il cimitero. Ma ha sempre fatto tutto quello che c’era da fare, diventando un vero e proprio punto di riferimento per la popolazione. Oggi che un pezzo storico del nostro comune è andato in pensione ci è sembrato giusto darle questo riconoscimento per la professionalità costantemente dimostrata” ha spiegato Gambino.


Commenti

commenti