Caselle: i Servizi Giovani tra l’iniziativa del Pedibus e il progetto Cittadini Digitali


L’accompagnamento scolastico a piedi è ripreso da un paio di settimane grazie all’adesione di due volontari. Il tragitto interessa la primaria Gianni Rodari.

di Cristiano Cravero

bambini-digitaliCaselle – Il progetto Pedibus è ripartito grazie all’adesione di due volontari accompagnatori. Ad  affermarlo è Stefano Bonvicini, responsabile dei Servizi Giovani di Caselle: “Lo scorso 12 ottobre è ripartita l’iniziativa promossa dal Comune allo scopo d’incentivare il raggiungimento dell’edificio della primaria Rodari a piedi. Ogni mattina, una bella macchia gialla fluorescente percorre la linea rossa, da via Madre Teresa di Calcutta fino a viale Bona, sede del plesso”. Il progetto è stato realizzato grazie al supporto di due volontari, Diego e Rosetta, che si sono resi disponibili ad accompagnare i bambini.

Sempre in tema scolastico, proseguono gli incontri formativi del progetto Cittadini Digitali. L’iniziativa, dopo aver coinvolto gli studenti, passa ora a focalizzare l’attenzione sui genitori e i nonni. E’ in programma, infatti, per giovedì 10 novembre. Un incontro pubblico, a partire dalle 18 presso la sala Fratelli Cervi di via Mazzini 60, con personale della Polizia Postale che affronterà il delicato argomento dei rischi verso i minori legati all’utilizzo del web.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio