Si è chiuso il progetto “Io sono la Protezione Civile”, che ha coinvolto 29 giovani casellesi


E’ terminato con una grande manifestazione il Campo Scuola Alpini, svoltosi presso il parco cittadino del Prato Fiera dal 27 giugno al 2 luglio. Una bella iniziativa in grado di insegnare tanto ai giovani.

di Giada Rapa

20160703_101454Caselle – C’era tanto entusiasmo, ma anche un po’ di dispiacere domenica mattina al Prato Fiera, dove si è concluso il Campus Alpini iniziato lunedì 27 giugno. “Ho un po’ di tristezza nel cuore perché questa è la fine di un percorso – ha esordito Giuseppe Baietto, capogruppo degli Alpini di Caselle – e devo ammettere che i ragazzi mi hanno stupito per la loro competenza e disponibilità, doti riscontrate soprattutto nelle ragazze”.

Non ha nascosto la sua commozione neanche l’assessora Erica Santoro, che ha ammesso di aver versato qualche lacrima. “È la prima volta – ha commentato rivolgendosi ai 29 partecipanti del campo – che mi trovo a essere così emozionata, ma quando si vive un progetto giorno e sera non può che essere così. Questo campo ha regalato ai nostri ragazzi una settimana di crescita intensa, insegnandoci che non siete piccoli, ma siete giovani e soprattutto capaci”. Nel suo intervento l’assessora non ha mancato di ringraziare per tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questa esperienza: i volontari, gli uffici comunali e soprattutto i genitori “che ci hanno affidato con fiducia i loro ragazzi”.

Ringraziamenti anche da parte del Sindaco Luca Baracco, che si è complimentato con i giovani partecipanti. “Voi avete fatto la scelta di non essere indifferenti o lamentosi, ma di agire per migliorare la realtà in cui viviamo”. Alla fine della cerimonia il capocampo Massimo Savio ha consegnato a tutti i ragazzi una medaglia e l’attestato di partecipazione, mentre il Presidente della sezione Alpini di Torino, Gianfranco Revello, ha donato loro un libro sulla storia “d’la Veja”. I maggiori applausi da parte dei ragazzi sono però andati a una colonna portante dell’esperienza del campo scuola: il cuoco Dario Galletto. Oltre alle autorità, ai capi sezione degli alpini, ai volontari della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e della Croce Verde era presenta anche la Fanfara Montenero, che ha accompagnato il corteo nella sua sfilata verso la chiesa di Santa Maria e di ritorno al Prato Fiera.


Commenti

commenti