La biblioteca comunale di Caselle ha un nuovo logo


Serena Vallone, giovane 21enne di Torino, con la passione per la grafica, ha conquistato la Giuria con la sua idea -semplice ma d’effetto- contenente tutti gli elementi richiesti dal concorso.

LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE digitale di Sullascia.net

di Giada Rapa

La Biblioteca Comunale di Caselle ha finalmente un suo logo. Dopo l’intitolazione di questo importante luogo di cultura a Jella Lepman figura fondamentale per la ripresa culturale nella Germania, e più in generale in Europa, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale- per celebrare i 40 anni di attività, ora la Biblioteca avrà anche una sua immagine distintiva.

A vincere il Concorso “Un Logo a Tema per la Tua Biblioteca” è stata la 21enne torinese Serena Vallone, appassionata di grafica. “Mi piace esprimere la creatività in qualsiasi modo e penso che si veda” ha commentato la ragazza, con il suo caschetto di capelli blu e degli originali orecchini a moschettone, che ha anche spiegato le motivazioni legate alla scelta della grafica del logo. Semplice e d’effetto, attualmente nelle tonalità del verde in quanto colore che trasmette calma -ma che potrebbe subire una variazione cromatica- riporta il nome della Biblioteca che diventa esso stesso un libro, e un libro leggermente inclinato a rappresentare una sorta di ponte, di sostegno.

Orgogliose dell’opera e del percorso di Serena, sia la Responsabile della Biblioteca, Tiziana Ferrettino, sia l’assessora alla Cultura Erica Santoro. “Sono felice che abbia vinto una ragazza così giovane -ha sottolineato Ferrettino- anche perché Serena sta svolgendo il Servizio Civile, che trovo sia un bellissimo modo di mettersi a disposizione degli altri. La Biblioteca sarà legata a te per sempre”. “Sono molto orgogliosa non solo del logo di Serena, ma dell’iniziativa legata a questo Concorso” ha dichiarato l’assessora Santoro. “Innanzitutto perché si è creata una perfetta sinergia tra il Settore Giovanile e la Biblioteca, in secondo luogo perché questo è l’inizio di un progetto di più ampio respiro che verrà consolidato con una serie di eventi nei prossimi mesi”. Tra questi, la realizzazione di un’area delimitata e attrezzata sotto il portico di Palazzo Mosca e dedicata a aula studio e Biblioteca all’aperto con servizio Wi-Fi e spazio lettura. Iniziativa utile in tempi di Covid-19, ma che durerà nel tempo.

La conclusione della breve cerimonia di premiazione è stata affidata al Sindaco Luca Baracco. “Grazie a Serena per questo dono prezioso” ha commentato il primo cittadino consegnando alla ragazza un attestato di premiazione. L’amministrazione ha anche deciso di omaggiare Serena con 200 euro in buoni per acquistare libri. Tutte le 24 proposte grafiche pervenute -ha spiegato Stefano Bonvicini dell’Informagiovani- saranno disponibili sul sito del Comune.


Commenti

commenti