NUOVA BASE RYANAIR ALL’AEROPORTO DI CASELLE


La compagnia ha annunciato l’apertura della sua 16esima base italiana con due aeromobili, per un investimento di circa 167 milioni di euro e 18 nuove rotte per l’inverno 2021/2022.

dalla Redazione

Ryanair, compagnia aerea irlandese, ha aperto ieri (16 giugno) la sua nuova base italiana, la 16esima, a Torino con
due aerei basati che collegano la città, sia a livello nazionale che internazionale, a 13 paesi in Europa, Nord Africa e Medio Oriente. La nuova base Ryanair, per un investimento di 200 milioni di dollari (circa 167 milioni di euro), creerà 60 posti di lavoro diretti, 18 nuove rotte (16 internazionali e due nazionali) nella stagione invernale, 32 rotte in totale (23 internazionali e nove nazionali) con oltre 123 voli in partenza a settimana. Per festeggiare l’apertura della sua nuova base torinese, Ryanair ha lanciato una promozione con tariffe disponibili a partire da soli 19,99 euro, per viaggi fino a marzo 2022, da prenotare entro la mezzanotte di domani, venerdì 18 giugno, solo sul sito Ryanair.com.

“Con questo aeroporto – ha dichiarato l’amministratore delegato di Ryanair, Eddie Wilson – abbiamo stabilito un’ottima partnership sin dal nostro primo volo, da Londra Stansted a Torino nel 1999, e siamo molto lieti di continuare a crescere nella regione dopo 22 anni di successi. Nei prossimi mesi – ha aggiunto il CEO – vogliamo
continuare a sostenere la ripresa economica e la connettività regionale e internazionale in tutto il Paese e
posizionare Torino come una delle principali destinazioni invernali, sia per un’affascinante vacanza in città sia
come porta d’accesso ad alcune delle migliori località sciistiche italiane“.

“Dopo mesi difficili – ha poi sottolineato Andrea Andorno, amministratore delegato di Torino Airport – è davvero una giornata speciale per l’aeroporto Pertini e tutto il Piemonte. È una grande soddisfazione annunciare l’apertura della base Ryanair dal prossimo 1 novembre 2021.Un passaggio fondamentale della nostra collaborazione con la compagnia irlandese che storicamente è sempre stata proficua sia per lo scalo e sia per il territorio. Si tratta di un’opportunità strategica fortemente voluta per poter superare quanto prima la crisi contingente legata alla pandemia e guardare ad un futuro sempre più internazionale per Torino”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio