Ciriè: insieme contro il cyberbullismo



Mercoledì 27 marzo, appuntamento serale con scuole e forze dell’ordine in Area Remmert per confrontarsi su un fenomeno che può essere combattuto.

Ciriè – Un appuntamento è organizzato nell’ambito delle attività pianificate dal Tavolo Antibullismo promosso dall’amministrazione comunale e operativo in città già dall’anno scorso, che vede la partecipazione delle Forze dell’Ordine, degli Istituti Comprensivi Cirié I e II di Cirié e  della Parrocchia SS. Giovanni Battista e Martino. Si è parlato della serata proprio nell’ultimo incontro del Tavolo, che si è tenuto lo scorso 13 febbraio, nel quale si è dato ampio spazio al confronto sulle iniziative promosse nelle scuole dagli Istituti Comprensivi, in collaborazione con le Forze dell’Ordine e con gli psicologi, oltre che sulle attività di sensibilizzazione e controllo organizzate per i ragazzi sul territorio ciriacese. Al Tavolo hanno partecipato anche la Sindaca Loredana Devietti, l’assessore all’Istruzione Andrea Sala, il Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Venaria Giacomo Moschella, il Tenente Andrea Zendron, il Comandante della Polizia Municipale Roberto Macchioni e la Vicecommissario Tiziana Randazzo, le dirigenti scolastiche degli Istituti comprensivi I e II Giuseppina Realmuto e Danila Brambilla.

L’invito a partecipare alla serata del 27 marzo è rivolto in primis ai genitori dei ragazzi che frequentano le scuole cittadine: l’intento è quello di dare seguito al dialogo sul bullismo avviato con l’incontro dello scorso anno, focalizzando questa volta l’attenzione sul “cyberbullismo” e sui fenomeni di disgregazione giovanile legati all’uso scorretto dei device, della rete e dei social media. Durante l’incontro del 27 marzo, che vedrà la partecipazione anche del Capitano Giacomo Moschella della Compagnia Carabinieri di Venaria Reale, sono previsti interventi degli operatori scolastici e delle forze dell’ordine e si approfondiranno gli approcci più corretti per individuare, prevenire e combattere concretamente questo fenomeno, purtroppo presente anche nella nostra realtà.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio