San Francesco: i 5 Stelle chiedono delucidazioni sull’esodo dei dipendenti comunali


il Sindaco Sergio Colombatto

Ad una specifica interrogazione presentata dai pentastellati in Consiglio Comunale ha risposto il Sindaco Colombatto. “I trasferimenti per scelte di opportunità”.

di Cristiano Cravero

San Francesco al Campo – L’elevata richiesta di mobilità interna da parte dei dipendenti comunali non è imputabile a problemi di gestione del personale. Questo è il senso delle dichiarazioni rese dal Sindaco Sergio Colombatto nell’ultimo Consiglio Comunale di qualche giorno fa, a seguito di un’interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle. Spiega il primo cittadino: “Il trasferimento di tante persone non è dovuto a cause specifiche, ma di opportunità, come ad esempio essere più vicini a casa o per promuovere una crescita lavorativa. Mai è stata negata la possibilità di andare via. Negli ultimi mesi, per situazioni del tutto casuali, è stato chiesto un numero di mobilità leggermente superiore al passato. Ma non era la prima volta che  presentavano domanda di mobilità, ne avranno fatte tre o quattro in precedenza. Sono state aperte quattro mobilità a novembre ma siamo riusciti a coprire solo due posti” .

“Per guidare lo scuolabus – prosegue il Sindaco – si è reso disponibile un dipendente, mentre, al momento, il servizio finanziario è stato affidato a Previforma sotto la responsabilità del segretario comunale Giuseppe Mistretta (che ha fatto il suo esordio proprio mercoledì scorso,ndr). Riformuleremo il bando sia per l’area ragioneria sia per l’Ufficio Tecnico, in quanto la persona che lo conduceva è andata via al primo febbraio. Per non lasciare scoperta l’area, abbiamo cercato un’altra persona, pur sapendo che 18 ore non ne sostituiscono 36. Ringrazio il revisore dei conti che ha coordinato alcune operazioni e ha costruito la strada su cui andare avanti”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio