A Mappano uno sportello per il Microcredito aperto ai soggetti in vulnerabilità economica


Il neo Comune ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con la Fondazione Don Mario Operti Onlus, al fine di promuovere l’imprenditorialità del territorio, non solo mappanese.

di Giada Rapa

Mappano – Negli ultimi giorni di novembre il neo Comune di Mappano, con una delibera di Giunta, ha approvato il protocollo d’intesa con la Fondazione Don Mario Operti Onlus, finalizzata a sostenere l’attivazione di uno  sportello di Microcredito. “Il ché significa, dopo analisi approfondite e vagli delle banche, di dare la possibilità a quei soggetti che non hanno accesso al credito bancario ordinario, di realizzare le loro idee imprenditoriali ed i loro progetti professionali” spiega Sergio Cretier, Presidente del Consiglio Comunale mappanese. Contemporaneamente potrà essere attiva l’iniziativa promossa dalla CEI denominata “Prestito della Speranza 3.0”, con l’obiettivo di sostenere le persone che versano in condizioni di vulnerabilità economica e sociale al fine di trovare sbocchi lavorativi e raggiungere l’autonomia finanziaria. “Il nostro Comune – continua Cretier – metterà a disposizione, gratuitamente, una postazione di front-office attrezzata per consentire alla fondazione don Mario Operti onlus l’apertura dello sportello in orari che verranno concordati con l’amministrazione comunale. Ovviamente questa opportunità non è limitata al territorio di Mappano, ma anche ai cittadini dei comuni limitrofi”.

La fondazione Don Mario Operti Onlus si assumerà quindi il compito di gestire gratuitamente lo sportello e di verificare le condizioni di non bancabilità e l’assenza di debiti pregressi; valutare le idee imprenditoriali del soggetto e le capacità dello stesso a realizzarle; accompagnare l’impresa o il titolare di partita IVA nelle fasi di presentazione della domanda, di scelta della banca convenzionata, di svolgimento dell’attività finanziata, di rendicontazione delle stesse e di restituzione delle rate.

 


Commenti

commenti