Consiglio Comunale a Mappano: il clima natalizio non smorza le polemiche


Nell’ultima assemblea dell’anno, maggioranza e opposizione non si sono risparmiati i contrasti.  Davanti ad una platea completamente vuota.

di Giada Rapa

Mappano – Sono stati 14 i punti all’ordine del giorno affrontati dai membri consiliari nell’assise di lunedì 18 dicembre, l’ultimo del 2018. Un incontro agguerrito già dalle prime battute, quando le opposizioni hanno “ripreso” il Sindaco Francesco Grassi per aver fatto un riassunto dei punti che si sarebbero andati a discutere anziché fare delle vere e proprie comunicazioni, ipotizzando che in realtà non ci fosse nulla da dire.

Divergenze di opinioni anche in merito alla procedura congiunta tra i comuni di Caselle e Mappano per l’acquisizione da parte del neo Comune di due farmacie presenti sul suo territorio con affidamento della gestione alla società ASM. “Mi sembra un atto un po’ tirato, poiché la gestione delle farmacie dovrebbero essere fatte attraverso selezione pubblica” ha commentato il consigliere Valter Campioni, trovando anche l’appoggio del collega Roberto Tonini. “Sarà nostra cura andare ad approfondire il tema per fare della farmacia comunale un vero e proprio presidio sanitario. L’affidamento comunque durerà soltanto un anno” ha ribattuto il Sindaco Grassi. Approvata all’unanimità l’adesione al Consorzio Riva Sinistra Stura -anche se il consigliere Luigi Gennaro si è domandato come sarà possibile irrigare i campi dell’ex frazione di Leinì, in contropendenza- così come la convenzione per la segreteria con il Comune di Ceresole Reale. Da gennaio, infatti, Mappano darà il benvenuto al segretario Alberto Corsini, che opererà sul territorio per la maggior parte del tempo.

Nessun particolare problema anche per le delibere riguardanti le convenzioni con i comuni di Borgaro e di Caselle per gli accertamenti tributari per l’anno 2013. Più dibattute la Ratifica di Variazione di Bilancio e l’adesione al Consorzio di Bacino 16 per il servizio di smaltimento rifiuti. Se infatti nel primo caso la scelta da parte dell’amministrazione di riparametrare alcune previsioni e di aver eliminato alcune voci a causa della mancanza di operatività degli uffici, non ha trovato il favore dell’opposizione, che si è semplicemente astenuta, per quanto riguarda l’adesione al Consorzio solo Gennaro si è astenuto, mentre gli altri consiglieri hanno abbandonato l’aula. Condivisi l’ordine del giorno in merito alla Dichiarazione dei Diritti Umani e la mozione presentata da Gennaro riguardante la formalizzazione della Commissione Pari Opportunità sul territorio.


Commenti

commenti