Mappano: consegnate le Certificazioni di Lingua Francese agli studenti


La cerimonia si è svolta presso i locali della scuola di via Tibaldi, alla presenza della nuova Dirigente Scolastica Veronica Di Mauro e del Sindaco Francesco Grassi.

di Giada Rapa

Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo Giovanni Falcone ha organizzato una cerimonia semplice, ma allo stesso molto partecipata, per consegnare le Certificazioni Internazionali di Lingua Francese A1 e A2 conseguite da 39 ragazzi -19 per il 1° livello, 20 per il secondo- durante l’anno scolastico 2018/2019.

Presenti all’evento, oltre ai ragazzi con i propri genitori, anche la nuova Dirigente Scolastica Veronica Di Mauro e il Sindaco Francesco Grassi. “Vi ringrazio per essere intervenuti, ringrazio la Direttrice dell’Alliance Française di Torino, Antonia Sandez Negrini, il Sindaco di Mappano, la professoressa Liliana Sanino e una delle mie due vicarie, la professoressa Anna D’Angelo. Devo dire che sia i ragazzi che hanno affrontato il livello A1 che quello A2 hanno ottenuto degli ottimi risultati: i miei complimenti a loro e alla professoressa che li ha preparati. Sono contenta di avervi qui così numerosi, vuol dire che la scuola ha seminato bene in questi anni e che abbiamo accompagnato nel modo giusto i ragazzi in questo percorso” ha esordito Di Mauro, prima di lasciare la parola a Grassi, che si è complimentato con gli studenti e ha ringraziato la professoressa Sanino, da anni anima della scuola per quanto riguarda la conoscenza delle lingue.

Prima della consegna degli attestati sono intervenuti anche la direttrice Alliance, che ha ricordato come il DELF sia un attestato spendibile a livello internazionale nel mondo del lavoro che dà un riconoscimento a vita. “I vostri voti sono stati davvero molto buoni, nessun risultato è inferiore ai 70 punti e la media è sui 50”. In ultimo ha concluso la professoressa Sanino. “L’intenzione è di riuscire a fare anche il B1: abbiamo bisogno delle forze del territorio per portare avanti una competenza di cui c’è sempre più necessità”.


Commenti

commenti