Mappano: dalle opposizioni consiliari la proposta di istituire un Fondo di Solidarietà


Continuano le mozioni congiunte da parte dei gruppi di minoranza al fine di aiutare i soggetti in forte difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19.

dalla Redazione

Dopo la mozione per utilizzare 193 mila euro di avanzo di amministrazione e quella di devolvere i gettoni di presenza dei consiglieri e le indennità di carica di Sindaco e assessori, di cui si attende una risposta per la prossima seduta del Consiglio Comunale, i tre gruppi di opposizione hanno protocollato una nuova richiesta di discussione sempre con l’intento di aiutare i soggetti che versano in difficoltà economiche a causa del CoVid-19.

Dal momento che alcuni bandi previsti per l’assunzione di personale sono stati annullati e altri rinviati, liberando così risorse impegnate in precedenza, i consiglieri Valter Campioni e Federica Marchese, di Uniti per Mappano, Roberto Tonini, di Facciamo Mappano, e Luigi Gennaro, di Lista Mappano, propongono ora di istituire un Fondo di Solidarietà, impegnando il Sindaco, la Giunta e tutto il Consiglio Comunale a rendere disponibile la somma di 50.684 euro,pari al 5% delle risorse impegnate nel Bbilancio 2020 per il personale -pari a 1.013.690 euro, per creare il suddetto fondo “con l’obiettivo di far superare a molti cittadini questo momento critico”. Una scelta necessaria al fine di evitare possibili tensioni e problematiche sociali.

“In particolare -spiegano- il Fondo dovrà erogare una prestazione finanziaria per aiutare i cittadini a far fronte a comprovati bisogni di prima necessità quali: pagamento di canoni di locazione e prioritariamente pagamento di canoni affitto scaduti, che abbiano determinato o possano determinare provvedimenti di sfratto; pagamento utenze -quali gas, energia, acqua– e spese condominiali scadute.


Commenti

commenti