Riduci, Riusa, Ricicla: a Mappano le tre “R” a tutela dell’ambiente


Da giugno, anche nell’ex frazione, il servizio di raccolta dei rifiuti indifferenziati verrà effettuato con cadenza quindicinale invece che settimanale. Questa sera, giovedì 30 maggio, assemblea pubblica in sala Lea Garofalo per parlare di questa misura.

dalla Redazione

Sergio Cretier, consigliere comunale con deleghe all’Ambiente, lo ha sostenuto molte volte: produciamo troppi rifiuti. E questo concetto ritorna in una nota stampa diffusa nei giorni scorsi per annunciare alcune importanti novità in tema di raccolta dell’immondizia. “La quantità pro capite dei rifiuti indifferenziati prodotta dai mappanesi – si legge – sta aumentando”. E per invertire questa tendenza “si rende necessario scegliere prodotti con pochi imballaggi, contrastare le modalità usa e getta ed effettuare una corretta raccolta differenziata. Azioni che portano ad una riduzione dell’indifferenziato e quindi ad una possibile riduzione del numero di passaggi di raccolta ed al contenimento dei costi per la raccolta stessa e lo smaltimento.

In quest’ottica, Cretier utilizza anche i termini riutilizzo e riciclo. “Riutilizziamo poco: per risparmiare tempo, per avere a disposizione l’ultima versione del prodotto, per facilità… spesso sostituiamo i prodotti senza riutilizzarli o senza ripararli. E ricicliamo poco, e non sempre in  modo corretto: a Mappano la quantità di rifiuti differenziati nel 2023 è diminuita rispetto al 2022“. E ciò comporta un “aumento dei costi e ad una riduzione delle entrate ottenute dalla vendita dei materiali raccolti in modo differenziato”.

Ma c’è anche il rischio delle multe. “La Legge Regionale n° 1 del 2018 – continua il comunicato – prevede che, a partire dal 2020, non si devono superare i 159 Kg/anno di rifiuti indifferenziati ad abitante (meno di ½ kg al giorno), altrimenti sono previste sanzioni crescenti. Segnalo che lo scorso anno i mappanesi hanno superato la soglia ed ottenuto la sanzione. E’ necessario contribuire a limitare l’enorme quantità di rifiuti prodotti e ridurre l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo spesso causa di dannose conseguenze per la salute del genere umano, animale e vegetale“. 

“Tutti siamo chiamati a contribuire alla salvaguardia del pianeta e della salute delle persone – scrive Cretier – e per questo con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti indifferenziati si punta al contenimento della spesa a carico dei cittadini ed alla tutela dell’ambiente. L’attuazione del servizio prevede la suddivisione del territorio in due zone e sul sito del comune e presso l’Ufficio Ambiente si può trovare il calendario annuale delle raccolte, la mappa con la suddivisione delle zone di raccolta ed altro materiale informativo”.

Il consigliere conclude invitando la popolazione a partecipare all’incontro che si terrà questa sera, giovedì 30 maggio, alle ore 21 in sala Lea Garofalo – piazza don Amerano 1, un’assemblea pubblica aperta a tutti i cittadini dove si presenteranno le nuove modalità del servizio di raccolta  e dove si potranno chiedere informazioni e chiarimenti.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio