SATIRA E BUON UMORE – La piccolezza dell’uomo


Prende il via una nuova rubrica domenicale che ha l’obiettivo di far riflettere sulle assurdità della vita, ma che ha anche l’obiettivo è strappare qualche risata.

di Baolo

Facciamo due calcoli. Nella nostra galassia, la Via Lattea, si stima ci siano circa 200 miliardi di stelle. La NASA sostiene che circa il 22% di queste siano simili al nostro Sole ed ospitino un pianeta simile alla Terra. Ipotizziamo che solo sull’1% di tali pianeti siano presenti esseri viventi. Parliamo, quindi, di 440 milioni di pianeti che ospitano esseri viventi. Ipotizziamo ancora che solo sull’1% di questi pianeti con esseri viventi sia presente un essere simile all’uomo. Parliamo quindi di 4.400.000 pianeti abitati da creature simili all’uomo. E solo nella nostra galassia. Secondo uno studio dell’Astrophysical Journal le galassie sono circa 2.000 miliardi. Da ciò consegue che nell’Universo ci sono circa 8.800.000.000.000.000.000 pianeti abitati da creature simili all’uomo.

Applichiamo questi concetti alle religioni. 1) nell’universo ci sono 8.800.000.000.000.000.000 popoli eletti. Se consideriamo anche i mormoni tale numero raddoppia. 2) poiché l’Universo ha circa 13,82 miliardi di anni (lo so, questo è un dato scientifico, non comprovato dalle centinaia di sacre scritture) Dio deve mandare suo figlio a farsi massacrare su uno di questi pianeti una volta ogni 0,049 secondi. Ho fatto i calcoli. Lo so che ti viene voglia di verificare! 3) Se poi il sig. Gesù sta per ritornare (come si legge su molti cavalcavia), beh, il dato di sopra si dimezza. Per la grande contentezza del sig. Gesù. 4) Se è vero il buddismo di sicuro non abbiamo problemi per la reincarnazione 5) Ipotizzando, per difetto, che su ogni pianeta ci siano 100 milioni di musulmani maschi, calcolando un peso di 2 grammi cadauno, si produrrebbero circa  880.000.000.000.000.000.000.000 kg di prepuzi. 6) se dovesse rivelarsi vera la religione greca antica, durante la guerra di Troia gli dei hanno fatto andare a ramengo i rimanenti 8.799.999.999.999.999.999 pianeti perché erano troppo impegnati qui.

Comunque ognuno tragga le proprie conclusioni e rifletta. Sulla piccolezza dell’uomo, sulla sua superbia, sul fatto che lottiamo fra di noi per dominare su quello che può essere considerato un granello di sabbia nella vastità delle spiagge romagnole, sull’assurdità delle religioni e sul fatto che Francesco Gabbani non ha vinto l’Eurovision Song Contest.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio