Ecco. Tutto torna


Al via il progetto di Legambiente che promuove l’economia circolare nella tua città con l’attivazione di nuove filiere green.

Ridurre la produzione di rifiuti, incentivare il riuso dei materiali, aumentare la sostenibilità dei territori, favorire l’innovazione e lo sviluppo di nuove competenze: da qui nasce ECCO (Economie Circolari di Comunità), il progetto lanciato questa settimana da Legambiente con l’intento di promuovere l’incontro fra economia circolare, economia civile e inclusione sociale tramite un approccio integrato mirato allo sviluppo di nuove opportunità occupazionali e sociali. Un obiettivo decisamente ambizioso ma realizzabile con la creazione di una rete sociale composta da cittadini, insegnanti, studenti, associazioni e istituzioni per la promozione, la formazione e l’attivazione di filiere economiche sostenibili.

Ciclomeccanica, mobilità sostenibile, riparazione di elettrodomestici, rigenerazione di materiali informatici ed autoproduzione, gestione di orti sociali e aree verdi, upcycling. Sono solo alcuni degli esempi dei green jobs e delle filiere sostenibili avviate e implementate dal progetto ECCO, in luoghi particolari, scelti specificatamente in strutture abbandonate o degradate, trasformate in funzionali eco-cascine e green stations dove scambiare competenze e sviluppare professionalità virtuose ed economicamente sostenibili. Usando come guida 8 ERRE: ridurre, riparare, riusare, riciclare, rigenerare, ripensare, riabilitare e ripartire.

Il progetto ECCO, coordinato da Legambiente, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e avrà la durata di 18 mesi.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio