Quale futuro per Seta spa?


1In questi giorni i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Borgaro hanno protocollato in Comune un’interrogazione sul tema da discutere nella prossima assemblea cittadina.

di G. D’A.

Borgaro – “Il 16 maggio 2016 Waste Italia, proprietaria attraverso la controllata SMC delle discariche di Chivasso e del 49% di Seta spa, ha comunicato che non pagherà il coupon semestrale in scadenza quel giorno. Una cedola relativa a 200.000 milioni di obbligazioni che la società aveva emesso nel 2014 con durata di cinque anni. La società potrebbe entrare in default”. Si apre così il comunicato stampa firmato dai due consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Borgaro, Cinzia Tortola ed Alessandro Carozza, in merito ad un ipotesi futura che secondo loro potrebbe diventare catastrofica in tema di raccolta e smaltimento dei rifiuti dei comuni della zona.

“Le difficoltà economiche di Waste Italia – prosegue la nota – potrebbero ripercuotersi, attraverso la sua società controllata SMC, sulla azienda di raccolta rifiuti del Consorzio di Bacino 16. Ed è proprio Seta la prima preoccupazione”. E quindi i grillini si chiedono: “Che cosa intende fare il Consorzio per assicurarsi che ciò non avvenga?”. Un quesito già girato all’amministrazione comunale borgarese, attraverso un’interrogazione già protocollata a Palazzo Civico e che sarà discussa nel prossimo Consiglio Comunale cittadino.


Commenti

commenti