Borgaro: anche per il 2017 il Comune ha aderito al progetto Treno della Memoria


800px-auschwitz_i_entrance_snowL’amministrazione verserà all’associazione promotrice dell’evento un contributo parziale per la partecipazione di 10 ragazzi residenti. Il viaggio si terrà tra gennaio e marzo del prossimo anno.

Borgaro/Mappano – Il prossimo 27 gennaio, anche in Italia si celebra il Giorno della Memoria, una ricorrenza internazionale in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati italiani nei campi nazisti. Per rendere questo momento maggiormente evocativo, da anni l’associazione Treno della Memoria (in precedenza Terra del Fuoco) organizza un percorso educativo sul significato storico dell’Olocausto,, rafforzato da un viaggio attraverso i luoghi della memoria europea. E ciò avviene in tre fasi. La prima, che si svolgerà tra gennaio e febbraio, prevede cinque incontri sul territorio, conoscitivi e di preparazione al viaggio. La seconda, tra gennaio e marzo, riguarda invece il viaggio vero e proprio (a mezzo bus dalla durata di alcuni giorni) che porterà i partecipanti a visitare una tappa intermedia della memoria europea del ‘900, per ricongiungersi successivamente con altri gruppi di giovani a Cracovia, meta simbolica di tutto il percorso, per recarsi in visita ad campo di concentramento Auschwitz-Birkenau. La terza ed ultima fase (in primavera) prevede la rielaborazione dell’esperienza, con l’invito ai ragazzi di partecipare alle celebrazioni del 25 aprile nei propri Comuni di residenza.

Considerato che le passate edizioni dell’iniziativa hanno coinvolto diversi ragazzi di Borgaro e Mappano tra i 17 e i 25 anni,, l’amministrazione comunale ha deciso anche per quest’anno di aderire all’evento, fornendo il proprio patrocinio e il contributo di 1.200 euro, una quota a parziale copertura dei costi legati alla partecipazione di 10 giovani del territorio (i quali dovranno versare a proprio carico altri 180 euro a testa). Organizzativamente è a carico Comune anche la raccolta delle domande e l’eventuale selezione dei partecipanti.


Commenti

commenti