Borgaro: alla scuola media Levi 130 nuovi libri donati dalle librerie Giunti al Punto


Continua la campagna di sensibilizzazione alla lettura del negozio di Caselle, che anche quest’anno ha donato molti volumi grazie all’iniziativa “Aiutaci e Crescere. Regalaci un libro!”.

dalla Redazione

Borgaro – Nonostante l’avanzare imperterrito della tecnologia i libri cartacei sono ancora fondamentali nello sviluppo culturale dei ragazzi. Ed è proprio con questo spirito che la libreria Giunti al Punto anche quest’anno ha riproposto la 4a edizione della campagna di sensibilizzazione alla lettura “Aiutaci a Crescere, Regalaci un Libro!”, che si svolge nel mese di agosto. Per tutto il periodo, coloro che lo desiderano possono recarsi in uno dei punti vendita e scegliere di donare alle biblioteche delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie, uno o più libri tra quelli messi a disposizione.

Per il terzo anno consecutivo, la Libreria Giunti situata presso l’aeroporto di Caselle, ha deciso di donare i libri alle scuole borgaresi. Dopo le primarie Defassi e Grosa, quest’anno è toccato alla scuola media Levi arricchire la sua biblioteca scolastica, con 130 nuovi libri. Un numero importante, superiore all’anno precedente, che dimostra come il progetto sia valido e sempre più conosciuto, e che non si sarebbe realizzato senza la generosità degli utenti della Libreria, del Comune di Borgaro e del Ristorante Campo Volo di Collegno. “Sono contenta che anche quest’anno è stato possibile incrementare la biblioteca della scuola – ha commentato l’assessora all’istruzione Marcella Maurin – perché attraverso una grande varietà di libri possiamo far apprezzare il piacere della lettura ai nostri ragazzi. Oggi purtroppo si legge sempre meno e si sta sempre di più sui telefonini, ma la lettura continua a essere indispensabile per stimolare la fantasia e aiutare a sognare”. Parole che sono state rivolte dalla Dirigente scolastica Lucrezia Russo anche ai ragazzi presenti. “La lettura ci consente di immaginare, di viaggiare con la fantasia. Nei film tutti vedono gli stessi volti e gli stessi luoghi, mentre la lettura ci permette di riflettere ed entrare in contatto con i personaggi delle storie. I libri non ci fanno mai sentire soli e sono un’opportunità di crescere. Amare la lettura è il più grande regalo che possiate fare a voi stessi”

Presenti alla donazione, che si è svolta lunedì 23 ottobre, oltre a Maurin e a Russo, anche la responsabile del punto vendita casellese, Cristina Miorin, con la collaboratrice Stefania Stefanizzi e i ragazzi delle classi 1e in rappresentanza dell’intero istituto.


Commenti

commenti