Borgaro: un carnevale sobrio all’insegna del binomio cibo-divertimento


Tante le attività proposte nel weekend borgarese, che hanno visto una maggiore partecipazione rispetto ad altre volte. “Sicuramente è un passo avanti rispetto allo scorso anno” ha dichiarato l’assessore Chiancone.

di Giada Rapa

Borgaro – “Siamo molto lontani dagli antichi fasti del carnevale di circa 15-20 anni fa, ma sicuramente è stato un passo avanti rispetto a quello dell’anno scorso”. È un’analisi critica, ma ottimistica quella effettuata dall’assessore Fabrizio Chiancone, che non fa mistero del fatto che, rispetto ad altri carnevali, quello borgarese negli ultimi tempi non ha mai avuto grande motivo di attrattiva e che nel 2017 ha voluto accompagnarsi all’iniziativa dello Street Food in piazza della Repubblica. L’edizione di quest’anno ha introdotto una “piccola rivoluzione”, ovvero la decisione di spostare il corteo a piedi da domenica a sabato. Una scelta che è stata criticata, ma che ha ottenuto una discreta partecipazione, soprattutto grazie alla presenza dei ragazzi dell’oratorio e di diverse associazioni del territorio. “Sono soddisfatto della giornata di sabato e riconosco che la principale anima dell’evento sono state le diverse associazioni che si sono prestate, in maniera entusiasta, a collaborare con l’amministrazione e ci tengo a ringraziarle una ad una. In primis Croce Verde e Protezione Civile, volontari fondamentali per la riuscita della festa, e le nostre maschere, il Cucumre e la Cucumrera, sempre presenti”, ha proseguito Chiancone.

Anche la giornata di domenica ha visto la partecipazione di diversi cittadini che, in Piazza della Repubblica, hanno potuto ammirare le bellissime maschere dei gruppi storici di Leinì e Nichelino. “È stato un carnevale sobrio, anche all’insegna dell’equità sociale dal momento che coriandoli, maschere, cioccolata e castelli gonfiabili erano gratuiti per tutti i bambini. Ora però lo sguardo volge all’edizione 2018. Edizione che potrebbe vedere nuovamente la presenza di qualche carro allegorico” ha concluso l’assessore.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio