Estorsione ai danni di un pensionato borgarese, 60 mila euro consegnati in 5 anni


Tramite minacce e atti intimidatori il malvivente domiciliato a Torino si faceva consegnare il denaro in contanti o tramite bonifico bancario. I carabinieri indagano per scoprire altri casi in zona.

di Cristiano Cravero

Borgaro/Torino – Brillante operazione dei carabinieri di Caselle, agli ordini del luogotente Pasquale Sini, che nella giornata odierna hanno tratto in arresto un cittadino romeno di 35 anni, Gabriele Caldaras con l’accusa di estorsione ai danni di un pensionato borgarese il quale si apprestava a consegnare 1.700 euro in contati a Caldara. I militi dopo un’attenta indagine hanno infatti accertato che il romeno con modi di fare intimidatori e con ripetute minacce era riuscito a farsi consegnare una cifra che dalle prime stime si aggira intorno ai 60 mila euro tra contanti e bonifici bancari. Secondo i carabinieri visto i precedenti dell’uomo non è escluso che sotto le sue grinfia possano essere caduti altri pensionati di zona visto che l’estorsione verso il cittadino borgarese andava avanti ormai dal 2011. Dopo l’arresto una perquisizione a casa di Caldaras ha permesso di rinvenire e sequestrare utenze telefoniche e documentazione attestante i traffici illeciti dell’uomo finito in manette. Caldaras ora è detenuto nel carcere di Torino in attesa della convalida del fermo da parte del magistrato competente.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio