Borgaro: il video “Giardini Horror Tour” girato dai 5 Stelle non piace all’assessore Spinelli


L’assessore Luigi Spinelli

“I fondi per risistemare i parchi cittadini sono stati stanzianti a dicembre” commenta l’esponente di Giunta con deleghe ai Lavori Pubblici, che si domanda se quella dei grillini non sia solo una manovra per distrarre i cittadini da temi più importanti.

di Giada Rapa

Borgaro – Da qualche giorno, sui gruppi Facebook Borgaro Torinese e Sei di Borgaro se… è comparso un breve video realizzato e condiviso dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Cinzia Tortola e Alessandro Carozza. L’esplicativo titolo della clip, Giardini Horror Tour, lascia poco spazio all’immaginazione: nel filmato si possono vedere panchine usurate, giostrine rotte e quant’altro. Un “gesto discutibile” secondo quanto affermato dall’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Spinelli. “I consiglieri del Movimento 5 Stelle dovrebbero ben sapere che nel mese di dicembre sono stati stanziati dei fondi per poter risistemare i parchi del nostro territorio” commenta Spinelli, che si domanda se dietro questo gesto si nasconda qualcos’altro.

“Stanno forse cercando di distogliere l’attenzione dei cittadini da temi decisamente più importanti, come la questione della Linea 69 o il superamento dei campi Rom?” prosegue l’assessore che sottolinea come, per quanto riguarda la navetta bus, il Comune di Torino non sia intervenuto. “Vorrei ricordare, infatti, che il comune di Borgaro sta facendo la sua parte per tutelare i passeggeri che utilizzano quel mezzo, senza però ottenere alcun contributo dall’amministrazione del capoluogo, anche se un tratto è proprio sul suo territorio” sottolinea l’assessore. Che conclude proponendo ai due pentastellati locali di organizzare un nuovo incontro a Torino sul tema della sicurezza del 69, questa volta però coivolgendo anche il Gruppo Latella, che in quello precedente era stato deliberatamente lasciato fuori. “Trovo che sia la soluzione più giusta collaborare tutti insieme, perchè a noi interessa risolvere le questioni senza rivendicare medaglie“.


Commenti

commenti