Borgaro: un incontro a cura dell’APEI per chiedere regole certe sulle professioni educative


L’iniziativa, rivolta a educatori, pedagogisti, insegnati e famiglie,  si svolgerà nel pomeriggio di oggi, 19 ottobre, presso i locali di Cascina Nuova. Un’occasione per informare e discutere sulla necessità di una legge nazionale che possa disciplinare la materia.

dalla Redazione

Borgaro – L’APEI, Associazione Pedagogisti Educatori Italiani, nasce nel 2007 in “alternativa alle altre associazioni di settore che facevano della attività di formazione il proprio scopo principale, senza preoccuparsi che tale formazione fosse realmente in grado di produrre migliore occupazione per i propri soci”. L’associazione persegue diversi obiettivi: la tutela politico-sindacale della categoria; la promozione della libera professione dei pedagogisti e gli educatori; l’approfondimento e la ricerca scientifica in materia di istruzione, formazione ed educazione; la tutela dei cittadini attraverso l’attestazione professionale la tenuta di un codice deontologico e la verifica della correttezza professionale degli associati.

Attualmente l’associazione si sta occupando di promuovere, in tutta Italia, una serie di “Laboratori Creativi delle Idee” denominati Ottobre Pedagogico APEI, al fine di sostenere il disegno di legge Iori in merito alla professioni educative. La sezione regionale del Piemonte è in prima linea, con l’organizzazione di 7 incontri, uno dei quali si svolge oggi a Borgaro in collaborazione con l’amministrazione locale. L’evento, che si svolgerà presso i locali di Cascina Nuova, in via Italia 45, a partire dalle ore 17, sarà l’occasione per informare educatori, pedagogisti, insegnati e famiglie sulla necessità di una legge che regolamenti le professioni educative.

 

 

 

 

 

 

 


Commenti

commenti