Arriva il Registro Comunale delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento


I cittadini borgaresi che lo desiderano potranno consegnare le proprie DAT in busta chiusa presso l’Ufficiale di Stato Civile, previo appuntamento telefonico

di Giada Rapa

Anche Borgaro ha istituito ufficialmente il Registro Comunale delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento, comunemente abbreviato in DAT. Lo ha comunicato il sindaco Claudio Gambino nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, svoltosi lunedì 16 luglio, dove tra le altre cose veniva anche votata l’approvazione del Regolamento del Registro.

“Oggi approviamo l’istituzione del Registro Comunale secondo le norme di legge” ha esordito il sindaco, ricordando che il Consiglio Comunale aveva già approvato un Regolamento per le DAT ad aprile del 2015, quando ancora la Legge Nazionale non era intervenuta al riguardo. Da oggi i cittadini potranno quindi esprimere liberamente la propria volontà in materia di trattamenti medico-sanitari, esprimendo il proprio consenso o meno a sottoporsi a determinate cure o trattamenti nel momento in cui non saranno più in grado di esprimere la propria volontà. Ma anche il rifiuto o il consenso rispetto ad accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche o singoli trattamenti, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte. “Sarà anche possibile nominare una persona fiduciaria che faccia rispettare le proprie volontà” ha concluso Gambino.

I borgaresi, previo appuntamento telefonico, potranno recarsi in Municipio e consegnare le proprie DAT -in busta sigillata e accompagnata da una dichiarazione che sostituisce l’atto notarileall’Ufficiale di Stato Civile, che provvederà all’annotazione nell’apposito registro. Si ricorda inoltre che le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.


Commenti

commenti