Borgaro: per la Festa della Donna anche quest’anno 180 presenze all’Atlantic


Nuovo successo per la cena di beneficienza del Comitato Donne Borgaresi, i cui fondi saranno devoluti a NutriAid, Ospedale Dolce Casa e UGI.

di Giada Rapa

Borgaro – Il Comitato Donne Borgaresi non ha deluso le aspettative. Anche quest’anno, come in quelli precedenti, sono state tante le adesioni per partecipare alla sera di beneficienza svoltasi presso l’Hotel Atlantic sabato 10 marzo. Ben 180 donne presenti, esattamente come lo scorso anno, “rappresentate da una fascia d’età compresa tra i 5 mesi e i 90’anni” come ha affermato Maria Mainini, membro del Comitato insieme a Giancarla Cravero, Loredana De Vita, Fiorella Lombardi e Lucia Manavella.

Una serata tutta al femminile con pochissime eccezioni: ammessi alla serata il Sindaco Claudio Gmabino, che ha ringraziato il Comitato per l’impegno costantemente dimostrato, il dottor Costanzo Bellando in rappresentanza di NutriAid, il dottor Adelberto Brach del Prever, primario del reparto Pediatria di Ciriè, reso sempre più a misura di bambino grazie all’impegno dei volontari di Ospedale Dolce Casa, e Valerio Vigliaturo per UGI. Presente anche la nostra concittadina Cristina Chiabotto, madrina di NutriAid, che spera di poter tornare preso in Africa con l’associazione. “Ringrazio le nuove amiche di vita, quelle di famiglia, le donne che sono qui per la prima volta. Siete tutte speciali. Viva le donne!” ha commentato l’ex Miss Italia.

Come da tradizione, tutte la partecipanti sono state accolte con alcuni omaggi: un sacchettino di cioccolatini, una rosa, alcuni prodotti di bellezza e un segnalibro realizzato con i versi delle poesie di Roberto Merandino, amato poeta scomparso nel 2016.


Commenti

commenti