Legambiente: “Per una viabilità più attenta alle persone attendiamo risposte dai sindaci di zona”


Sabato 22 settembre, giornata rientrante nella settimana europea della mobilità sostenibile,  l’associazione ambientalista ha promosso una biciclettata con amministratori pubblici di Torino, Borgaro e Mappano per parlare sul tema.

Villaretto/Borgaro/Mappano – “Sabato 22 settembre, abbiamo posto all’attenzione di come la mobilità nella periferia nord di Torino non sia affatto sostenibile e abbiamo sottoposto ai comuni di Torino, Borgaro e Mappano alcune nostre proposte in un incontro ricco di pubblico”. Carla Pairolero, Presidentessa di Legambiente Metropolitano da anni si batte per migliorare la situazione ambientale nella nostra zona, a partire soprattutto dalla viabilità. “I cittadini – spiega – non vogliono solo spostarsi in auto e creare inquinamento e traffico, oltretutto non tutti possono viaggiare in auto. Abbiamo quindi organizzato una biciclettata con partenza da piazza Rebaudengo per arrivare al quartiere del Villaretto per dimostrare a tutti la pericolosità di quel tratto se si vuole percorrerlo in bicicletta sia per lavoro, sia per svago magari per recarsi al Parco Unione Europea di Mappano”.

Ai tre comuni di zona dell’area metropolitana l’associazione ambientalista ha chiesto innanzitutto delle variazioni di percorso delle linee 46 e 50 e un collegamento ciclabile mancante tra la frazione e la città di Torino. “Abbiamo sottolineato per l’ennesima volta – continua Pairolero – la pericolosità del circolare sulle due rotonde al Villaretto dove sono saltati i tozzetti di pietra di Luserna per il passaggio quotidiano di mezzi pesanti.  Abbiamo chiesto barriere fonoassorbenti per proteggere i cittadini da un eccessivo inquinamento della tangenziale  In conclusione – conclude la Presidentessa – vorremmo che i cittadini torinesi (tutti, non solo quelli di una piccola zona centrale) fossero invogliati ad usare i mezzi pubblici e a pedalare in sicurezza per ridurre l’inquinamento. Questo vale anche per i cittadini borgaresi e mappanesi. Gli amministratori erano presenti, ora attendiamo riscontri”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio