Orti Urbani a Borgaro: in arrivo il pozzo per l’acqua che tanto ha fatto discutere


L’anno nuovo porterà un “regalo” particolarmente gradito agli ortolani di via America. L’8 gennaio inizieranno infatti i lavori per la realizzazione del pozzo che potrà essere utilizzato in primavera.

di Giada Rapa

Borgaro – Buone notizie per tutti quei cittadini che coltivano uno degli orti urbani situati in via America: tra pochi giorni inizieranno i lavori per la realizzazione di un pozzo per l’acqua, al fine di facilitare le attività di irrigazione soprattutto nel periodo estivo. Un intervento che, nel corso degli anni, è stato oggetto di numerose lamentele dal parte del Comitato Ortolani, presieduto da Pasquale Ippolito. Già ad aprile del 2016, infatti, il Comitato aveva fatto pervenire all’amministrazione una lettera in cui si richiedeva la realizzazione del suddetto pozzo.

Un primo, piccolo pozzo, non risultava profondo a sufficienza e i problemi sono continuati, nonostante la presenza di un canale irriguo a poca distanza. Proprio secondo gli ortolani, infatti, l’acqua del canale sarebbe poco adatta a causa delle foglie che intasano costantemente l’impianto. Così, a maggio 2017, il Comune in collaborazione con il gestore di Orto Amico, Davide Almondo, decideva di acquistare una nuova pompa per migliorare l’irrigazione. A causa della scarsità d’acqua, però, dopo un sopralluogo, la Vicesindaco Federica Burdisso scopriva che circa 30 ortolani avevano manomesso l’impianto. Una volta ristabilita la situazione iniziale pompa e pozzo hanno ripreso a funzionare, la mancate piogge di quest’anno hanno reso comunque difficoltosa l’irrigazione degli orti.

Ora, dopo tutte queste vicissitudini, l’amministrazione è riuscita a “ritagliare” quasi 6.000 euro (5.801 euro per l’esattezza) al fine di realizzare questo nuovo pozzo. “Siamo contenti di riuscire finalmente a far partire la realizzazione di questo progetto – affermano da Palazzo Civico – anche se non era nelle priorità. I lavori dovrebbero iniziare l’8 di gennaio, quindi per la primavera sarà pronto e utilizzabile. Stiamo lavorando al fine di portare anche la corrente, ma in ogni caso il pozzo potrà funzionare anche grazia all’ausilio di un generatore, quindi il problema acqua sarà risolto”. Non resta che aspettare ulteriori sviluppi.


Commenti

commenti