Arriva a Borgaro “Raccontami la tua Storia”


L’iniziativa, organizzata per stasera dal Tribunale dei Diritti del Malato – Cittadinanzattiva della sede di Ciriè, si pone l’obiettivo di valorizzare le esperienze in ambito sanitario, puntando su comunicazione e relazioni umane.

di Giada Rapa

Borgaro – Puntare sulla comunicazione, ma anche sulle relazioni umane, recuperando un po’ quello spirito di comunità che oggi – forse – si sta perdendo, attraverso la valorizzazione di racconti ed esperienze, soprattutto in ambito sanitario.

È questo lo scopo dell’iniziativa “Raccontami la tua Storia”, che si svolgerà stasera, venerdì 4 maggio alle ore 21, presso i locali di Villa Tapparelli. “Ormai è il sesto anno che proponiamo queste serate in vari comuni del territorio, come Ciriè, San Carlo o Mathi per citarne alcuni” spiega Maria Pia Fuggetta, infermiera di Pronto Soccorso oggi in pensione, nonché moderatrice dell’evento. “Nel mio lavoro ho sempre puntato molto sulla comunicazione e in tanti anni di servizio mi sono imbattuta in persone con esperienze straordinarie. Il desiderio di valorizzare questi racconti pieni di positività è il punto di partenza di questa serata, che intende anche puntare sulle relazioni al fine di instaurare nuovi rapporti. Verranno raccontate 5 storie, una diversa dall’altra: da quella di un trapiantato che spiegherà com’è cambiata la sua vita, a una coppia di genitori che a seguito della perdita della figlia, hanno trasformato il dolore in un aiuto verso gli altri”.

L’iniziativa, a ingresso gratuito, è organizzata dal Tribunale dei Diritti del Malato – Cittadinanzattiva della sede di Ciriè.


Commenti

commenti