VOLONTARIATO – LA SETTIMA SQUADRA DELLA CROCE VERDE TORINO, SEZIONE BORGARO E CASELLE


Di seguito la settima puntata rivolta alla scoperta di chi, in modo gratuito e disinteressato, ha deciso di dedicare del tempo, sottratto alla famiglia, al riposo, allo svago, per mettersi a disposizione del prossimo. Come sempre a raccontarci questo viaggio è uno dei fondatori del gruppo locale dell’ente.

di Mauro Giordano

All’ormai immancabile appuntamento mensile con le squadre della Croce Verde Torino – Sezione di Borgaro-Caselle abbiamo già superato di gran lunga il giro di boa delle visite e ci stiamo avviando verso il termine del nostro impegno, quello di presentare alla popolazione questi angeli custodi in carne ed ossa . Gli stessi che, ogni sera, ogni notte, ogni festività, ogni sabato, troviamo in servizio presso Cascina Nuova di Borgaro, i volontari da 110 e lode. “Incontriamoci mai, ci siamo sempre”, eccoli ad attenderci : la  settima squadra.

Sette sono i colli di Roma, sette sono i mari secondo gli antichi greci, sette sono gli Emirati arabi, le isole Eolie e le Canarie, sette sono le Pleiadi e sette le meraviglie del mondo. E non lo troviamo un posticino per  la settima squadra?. Il lettore scuserà e comprenderà certe licenze poetiche, ma come non pensare che la “settima ” non sia una meraviglia. Già , sarà un caso, ma sette sono i componenti di questa squadra, tuttavia  nelle foto ne vedete solo cinque, perché, al momento della nostra visita, due militi erano assenti giustificati. Giovani , sorridenti , tenaci e determinati: Silvio, il responsabile , 62 anni, di cui 24 anni di servizio, Claudio , 59 anni, 17 anni in servizio, Erika, 37 anni, 10 di anzianità in Croce Verde, Valeria ,36 anni, 15 di servizio, Marita , 56 anni, Martina, 20 anni. Infine, Fabio, 18 anni, in servizio da 8 mesi.

Durante la serata gli aneddoti racconti dagli amici militi si sono succeduti uno dietro l’altro: ti racconto questo, ti racconto quest’altro… pezzi di umanità vissuta in prima persona! Proprio come nel caso di una tragica notte di guardia, dove la settima, è stata chiamata ad ottemperare a ben sei servizi, dalle 21 circa per finire alle 5 del mattino. Nottataccia. E con il giorno appena nato… tutti al lavoro.

La settima rientra anche fra quelle squadre che, dalla Centrale del 118, viene considerata degna di menzione. Ci viene proprio raccontato un servizio, dove i militi ebbero a profondere tutta la loro professionalità per  effettuare delle manovre di disostruzione delle vie aere  su un paziente tanto da ottenere la segnalazione di lode della Centrale Operativa e del sanitario  operatore. Lasciamo la settima dopo una lunghissima chiacchierata. Uscendo da Cascina Nuova, pensiamo sempre quanto siano necessarie nuove risorse e nuovi rinforzi fra le file dei militi e non manca occasione per lanciare appelli a chi potrebbe dedicare un po’ di tempo a questo volontariato: basta anche solo una telefonata – 011.4501741 – alla sede Croce Verde… vi innamorerete.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio