Borgaro verso le elezioni comunali: il centro destra punta su Cristiana Sciandra


Nella serata di presentazione, la candidata Sindaca ha illustrato i 5 punti più corposi del programma elettorale. Tra questi, l’ambizioso progetto di un Campus Universitario.

di Giada Rapa

Borgaro – Il Gruppo Latella cambia nome e diventa “Sciandra Cristiana per Borgaro e Villaretto”. La candidata Sindaca di centro destra alle prossime elezioni comunali di maggio è infatti Cristiana Sciandra, attuale consigliera comunale, che nella serata di ieri, venerdì 15 marzo, si è presentata al foltissimo pubblico accorso a Villa Tapparelli.

Ad aprire la serata è stato Marco Latella, candidato Sindaco dell’omonimo Gruppo nel 2014, che ha innanzitutto ringraziato i presenti per la numerosa partecipazione. “Vedere che così tante persone un venerdì sera decidono di venire qui per noi ci riempie di orgoglio e ci rende felici. Con questa affluenza possiamo cambiare il paese”. Nel suo intervento, Latella ha fatto un breve sunto sull’operato svolto dalla sua coalizione, che in Consiglio Comunale vede anche la presenza di Alessandro Ferriccho, durante questo mandato amministrativo. “Siamo sempre stati sul territorio, non siamo abituati a far vedere la nostra presenza solo gli ultimi tre mesi prima delle elezioni. Noi ci siamo stati per tutti e 5 gli anni. Questo è il punto di partenza di una nuova avventura. Borgaro ha bisogno di cambiare e per farlo vi chiediamo una mano e soprattutto tanta fiducia”.

La parola è poi passata a Sciandra, 44 anni il prossimo 29 marzo. “Ho iniziato a muovere i primi passi socio-politici 5 anni fa. Questa è una nuova esperienza, una nuova sfida, ma con l’aiuto di coloro che hanno deciso di mettersi al nostro fianco, siamo sicuri che potremmo migliorare il nostro paese”. Sciandra ha quindi illustrato in sintesi i 5 punti più corposi del suo programma elettorale: riqualificazione dell’area di Cascina Torazza per farne una Piazza, realizzazione di isole ecologiche a scomparsa, l’ambizioso progetto di realizzare un Campus Universitario per far rivivere la città a livello sociale ed economico, maggiore sicurezza pubblica creando una forte sinergia con i Carabinieri di Caselle e infine interventi decisi per quanto riguarda il pullman 69, facendo saltare la fermata del campo Rom di strada Aeroporto e chiedendo a Sadem di implementare la flotta. “Questi sono soli i primi punti salienti, ma non ci fermeremo qui. Il nostro motto è Insieme per Cambiare”.


Commenti

commenti