Borgaro: Virna Gemelli, una vita dedicata al volontariato


La consigliera delegata alla tutela a al benessere degli animali racconta un po’ di sé stessa e dei progetti che intende intraprendere nella sua sfera di competenza in questo mandato amministrativo.

close up, cat and dog together lying on the floor

di Giada Rapa

A partire dall’inizio di giugno 2019, l’imprenditrice 53enne Virna Gemelli ha assunto il ruolo di consigliera comunale di maggioranza, con delega alla Tutela e al Benessere degli Animali. Un ruolo praticamente naturale per lei, che ha sempre avuto la passione per gli animali e che da anni è impegnata nel volontariato.

“Mi reputo una persona solare e altruista. Sono sempre stata così fin da piccola. Ho passato la vita lavorando in Coop e facendo tanto volontariato, tra cui 10 anni a contatto con gli anziani. Forse sembrerà assurdo, ma a me il fatto di far star bene qualcuno mi ricarica, perché mi sono sempre ritenuta una persona fortunata. Non so cosa sia l’invidia, non ho molti amici perché punto di più sulla qualità che sulla quantità. Quando faccio qualcosa non ho mai il rimorso di averlo fatto, se faccio qualcosa è perché ne sono davvero convinta. Quando sono stata chiamata per entrare in lista con Gambino, io mi sono subito proposta per gli animali, perché io so fare questo. Sapevo che avrei messo la mia faccia, quindi ho proposto dei programmi in cui io credo in prima persona e che farò di tutto affinché si possano realizzare, anche se mi sto rendendo conto che tra il dire e il fare cambia”.

Virna Gemelli, dal momento dell’ottenimento della sua delega, non è stata con le mani in mano, iniziando a informarsi presso un’agenzia funebre per animali, venendo a conoscenza di molteplici nozioni al fine di poter realizzare il cimitero per animali. “Mi si è aperto un modo che non conoscevo, infatti una cosa che mi piacerebbe fare è quella di organizzare una serata dedicata ai proprietari degli animali, dove interverrà un esperto, anche per far capire la differenza tra smaltimento e cremazione”.

Altro punto particolarmente importante del programma di Gemelli è la sensibilizzazione sulla raccolta delle deiezioni canine, ma non solo. “A questo proposito ho già preso contatto con le Guardie Zoofile OIPA di Piacenza. Non voglio fare la bacchettona di turno, non mi piace. Non è obbligatorio amare gli animali, ma bisogna rispettarli. Per farli rispettare, però, è anche necessario che i padroni facciano in modo che le persone che non amano gli animali non possano dire nulla. Per questo motivo intendo puntare molto sul controllo degli animali al guinzaglio anche per rispetto verso coloro che hanno paura. In più ho parlato anche per multare coloro che non raccolgono le deiezioni, anche se mi stupisco che quasi nel 2020 si debba arrivare a capire che se l’animale sporca sia naturale pulire. Non so se questo mi si ritorcerà contro, ma io mi sento nel giusto”.

Altra iniziativa che alla consigliera piacerebbe intraprendere è quella di poter aprire uno sportello per consigli e suggerimenti da parte dei proprietari degli animali. “Voglio far sì che la gente che mi ha dato fiducia possa vedere le tappe che facciamo, anche per ottenere un riscontro. È importante per me proporre iniziative che possano soddisfare le persone, ma allo stesso tempo avere un ricavo da riutilizzare, sempre per gli animali”.  


Commenti

commenti