Borgaro: a scuola 5 classi in quarantena


Alla media Levi, 16 professori in isolamento e disagi alle lezioni. Ridotto l’orario di frequenza per 3 classi. La Dirigente Lucrezia Russo: “Abbiamo suddiviso la scuola in settori al fine di evitare contatti tra gli studenti di aule diverse”.

di Giada Rapa

Salgono con una certa rapidità i casi di positività al CoVid-19 sul territorio di Borgaro, che in circa 24 ore è passato da 30 a 50 soggetti contagiati. I numeri, per il Sindaco Claudio Gambino, non devono destare allarmismo. “Questa situazione è frutto di un virus che sta correndo molto velocemente, ma anche e soprattutto di un numero di tamponi processati veramente molto alto, oltre 150 negli ultimi due giorni solo a Borgaro” ha spiegato il primo cittadino in un videomessaggio postato su Facebook.

Di questi, alcuni sono alunni dell’Istituto Comprensivo, che al momento conta 5 classi in quarantena: 3 presso la scuola primaria -una alla Grosa, due alla Defassi– e due alla secondaria. Proprio la comunicazione della positività di due studenti della Levi a distanza ravvicinata -uno nella giornata di ieri, uno nella mattinata di oggi- ha portato anche 16 professori all’isolamento. Una situazione che ha costretto la Dirigente Scolastica Lucrezia Russo a contattare i genitori degli alunni di altre 3 classi, al fine di farli uscire prima. “Visto l’alto numero di docenti in quarantena, siamo stati costretti a ridurre di qualche ora le lezioni -come accadrà anche lunedì– e far uscire prima i ragazzi, non potendoli spostare in altre classi al fine di mantenere costantemente la separazione” ha spiegato Russo, che ha anche suddiviso la scuola in settori al fine di evitare contatti tra gli studenti di aule diverse”.

Oltre a dare questi aggiornamenti, Gambino ha anche dato informazioni sulle condizioni di salute dei contagiati. “Ho sentito le famiglie e le persone che sono risultate positive e vi posso assicurare che in questo momento non abbiamo situazioni gravi, sia per quanto riguarda i bambini, sia per quanto riguarda gli adulti”.


Commenti

commenti